"La programmazione del progetto di lotta alle zanzare sarà inserita nel bilancio triennale di previsione della Regione"

L'annuncio di Alberto Drera, capogruppo della Lega in consiglio comunale: "Un risultato importante, a partire dal dicembre 2022"

CASALE MONFERRATO

Da Alberto Drera, capogruppo in consiglio comunale della Lega e delegato per la lotta alle zanzare, riceviamo e pubblichiamo integralmente questo intervento: “Dopo mesi di grande lavoro con la Regione Piemonte in cui ho discusso approfonditamente sul tema della riorganizzazione del progetto di lotta alle zanzare, finalmente è stato raggiunto un grande risultato per tutto il territorio e per una prosecuzione del progetto al fine di ottimizzarlo e migliorarlo”.

“Speravo di riuscire a ottenere la programmazione triennale già per il progetto del 2022, ma conoscendo le tempistiche della burocrazia ho sempre pensato che sarebbe stato difficile. Ho avuto però la garanzia che la programmazione triennale del progetto di lotta alle zanzare sarà inserita nel prossimo bilancio triennale di previsione. In questo modo a partire dalle adesioni di dicembre 2022 la programmazione sarà pluriennale”.

“Come ho sempre ribadito questo è il primo passo per migliorare la normativa regionale in materia e consentirà di avere una migliore programmazione degli interventi e una resa sicuramente più efficace degli stessi. Questo è un risultato importante perché era anni che la programmazione veniva fatta su base annuale, andando incontro alle incertezze sulle tempistiche dell’erogazione dei fondi e conseguentemente degli interventi”.

“Ringrazio IPLA perché ha sempre lavorato nel migliore dei modi e continuerà a farlo ancora di più con questa modifica che gli consentirà di operare con maggiore efficacia e ringrazio la Regione Piemonte che, una volta sollecitata insistentemente, ha lavorato duramente per consentire al nostro territorio di avere una normativa migliore”.

“Per il prossimo anno la programmazione sarà annuale, ma sarà l’ultima volta che verrà fatta in questo modo. A partire da dicembre 2022 verrà fatta una programmazione triennale, sanando così le problematiche presenti e dando nuova linfa al progetto, che è fondamentale per il rilancio di tutto il Monferrato”.

“Al netto di questa conquista da parte del territorio credo che in questo anno di transizione più comuni possibili debbano partecipare al progetto, così da tenere unito il territorio, lavorando in un'unica direzione per cercare di migliorare le problematiche legate alle zanzare, che penalizzano gravemente il settore turistico monferrino ma anche la qualità di vita dei cittadini”.

“Un territorio unito e coeso con un obiettivo comune ha sicuramente più forza contrattuale nei confronti degli altri enti e anche per questo motivo siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo strategico per tutto il Monferrato”.

“Ringrazio i Sindaci che in questi anni hanno creduto nel progetto e hanno consentito che lo stesso continuasse ad essere operativo. In questo momento storico importante, in cui abbiamo raggiunto un risultato fondamentale, è necessario continuare a sostenere lo stesso con forza, in modo tale che questa vittoria territoriale sia solo la prima di tante altre su questo tema. Un territorio coeso può raggiungere obiettivi più importanti rispetto a quelli che potrebbe raggiungere un singolo. In un tema che riguarda trasversalmente tutti è necessario che l’unità di intenti sia massima”.

“Grazie al supporto dei tecnici di IPLA continuerò a cercare di migliorare progressivamente il progetto tramite alcune sperimentazioni, riuscendo così a comprendere il metodo migliore per ridurre le problematiche derivanti dalle zanzare. Dialogando con loro ci sono alcune ipotesi in campo che potrebbero essere funzionali, occorre vagliarle, testarle su piccola scala e una volta valutato l’impatto riproporle su larga scala. Tramite l’aiuto di tutti sono convinto che il nostro territorio riuscirà ad ottenere grandi risultati”.

Ricerca in corso...