Il primo Consiglio comunale in videoconferenza

Mercoledì 29 aprile, a partire dalle 19, tramite la piattaforma dedicata Gotomeeting

CASALE MONFERRATO

Mercoledì 29 aprile 2020 alle ore 19,00 avrà luogo il primo Consiglio Comunale in videoconferenza della Città di Casale Monferrato, secondo l'ordine del giorno in allegato.

«Seguendo le norme di contenimento dal contagio, e come espressamente previsto dal Decreto “Cura Italia” - ha spiegato il Presidente Fiorenzo Pivetta –, il Consiglio Comunale prosegue la sua attività istituzionale in videoconferenza, tramite la piattaforma dedicata Gotomeeting che ANCI Piemonte ha messo a disposizione dei Comuni gratuitamente per tre mesi e che consente ai Consiglieri di partecipare da remoto alle sedute tramite pc, tablet o anche semplicemente con lo smartphone.

Il sistema è già stato utilizzato per le sedute della Conferenza Capigruppo e per quelle delle Commissioni consiliari propedeutiche al Consiglio Comunale.

Nella Sala Consiliare del Municipio ci saranno solamente il Presidente del Consiglio Comunale, il Segretario Generale e il personale di Segreteria, mentre i Consiglieri che avessero problemi di collegamento potranno seguire la seduta da apposite postazioni predisposte in varie sale del Palazzo Comunale.

Nella prima seduta in questa nuova modalità, il Consiglio Comunale – dopo aver ratificato i provvedimenti di Bilancio adottati d'urgenza dalla Giunta per fronteggiare l'emergenza sanitaria, si occuperà del rinnovo della Convenzione della Polizia Locale del Monferrato, della costituenda Newco tra AMC e AMV per la gestione del servizio idrico integrato e soprattutto delle misure economiche individuate dall'Amministrazione per sostenere le attività più colpite dalle misure sanitarie: definizione e rimodulazione della Tassa rifiuti, esonero al 100% della Tassa rifiuti per il periodo in cui le attività economiche hanno dovuto chiudere durante l'emergenza ed esonero della Tassa di occupazione di suolo pubblico per tutti gli ambulanti che non hanno potuto esercitare la propria attività e per quei soggetti economici che non hanno potuto restare aperti».

Ricerca in corso...