'I recenti temporali impongono un nuovo piano per la sicurezza degli edifici e del verde pubblico'

Intervento - appello degli esponenti della lista civica Casale Futura Stefano Laugelli e Matteo Miceli

CASALE MONFERRATO

Dai due esponenti di Casale Futura – la lista di giovani che aveva sostenuto Luca Gioanola alla passate elezioni amministrative – Stefano Laugelli e Matteo Miceli riceviamo e pubblichiamo integralmente questo intervento: “In seguito all’ennesimo tremendo temporale che si è abbattuto sulla nostra città nel giorno 20 agosto, siamo sempre di più convinti che la questione sicurezza, declinata sia a livello nazionale che a livello locale solo e unicamente in ambito sociologico, è oggi sempre di più una materia che ha a che fare con la meteorologia e la climatologia”.

“Sono le questioni del verde pubblico, della manutenzione degli edifici e dei sistemi fognari e dell’abbandono di interi quartieri della città di cui già tante volte abbiamo già parlato che, quando succedono temporali oggi ordinari, provocano i veri problemi della sicurezza urbana che fanno rischiare ai cittadini la loro incolumità!”

“Nel giro di pochissimi giorni si è sfiorata a Casale la tragedia, ma non certo per colpa di qualche individuo particolarmente facinoroso! È ora più che mai evidente a tutti coloro che hanno un po’ di raziocinio la necessità di intervenire con un nuovo piano per la sicurezza degli edifici e del verde pubblico di fronte alle modificazioni climatiche ormai irreversibili”.

“Al momento sono necessari una ripiantumazione di essenze che abbiano un radicamento profondo e un costo basso e sostenibile, un abbattimento di tutte quelle piante che per colpa soprattutto della scarsa manutenzione sono oggi ad alto rischio, una pulizia di tutti i tombini che sono invasi dalle foglie e da altri tipi di scorie, un intervento in quelle aree della città dove vi sono edifici abbandonati che rischiano da un momento all’altro la caduta di cornicioni o di altro materiale e un nuovo progetto di manutenzione dei fossi e delle strade che oggi sono in alcuni casi al limite della percorribilità”. 

Riflettere sulla sicurezza del nostro stare in città senza farsi condizionare dall’impressionante strategia di distrazione di massa oggi presente nel Paese vuol dire cominciare a pensare a cospicue risorse a bilancio e vuol dire soprattutto coinvolgere i cittadini in una riflessione su che cosa significa oggi, per ciascun condominio e per ciascuna proprietà privata, essere parte di un concentrico urbano dove circolano sui marciapiedi anche dei bambini e non è possibile in alcun modo accettare quel rischio che oggi senza alcun tipo di riflessione viene messo in conto per chiunque di noi”.

“Le notizie di questi giorni circa lo svuotarsi anche nelle vie più importanti della città della rete di negozi che la caratterizzavano impone al più presto, ci verrebbe da dire ironicamente, nei primi cento giorni, che si formuli un piano commerciale organico per tutto il territorio cittadino”.

“Queste e non altre sono le scelte forti in tema di sicurezza che risultano essere urgenti e improcrastinabili in una città come la nostra, dove gli omicidi sono stati quasi sempre femminicidi, e quindi “roba di famiglia”.

“Come sempre noi ci dichiariamo disponibili a sostenere questo sforzo nelle forme e nei modi che saranno stabiliti dall’amministrazione per la partecipazione dei cittadini, ma constatiamo per il momento che dopo il temporale si sente soltanto una profondissima e angosciosissima quiete”.

“Stanno per scadere i cento giorni e noi stiamo lavorando su un dossier che documenti in positivo e in negativo le realizzazioni promesse dal Sindaco, ma anticipiamo che in questo momento si fa una grande fatica come cittadini a cogliere quel cambiamento promesso in campagna elettorale da chi aveva Casale in testa”.

“Ci verrebbe da dire: lasciamo da parte i social network, smettiamo di fare campagna elettorale e finalmente mettiamoci sul serio a ragionare su delle cose concrete da fare se non nei primi cento giorni, almeno nel primo anno di legislatura”.

Ricerca in corso...