Gli incontri di Alberto Costanzo e di Direzione Casale

Il 15 maggio con i candidati nei comuni monferrini, il 17 maggio con il leader nazionale di CasaPound Simone Di Stefano

CASALE MONFERRATO

Proseguono gli incontri pubblici del candidato sindaco Alberto Costanzo e della coalizione Direzione Casale che lo sostiene: incontri che, specificano gli esponenti della coalizione, "stanno ottenendo una grandissima partecipazione dei cittadini".

Tra i molti, soprattutto due eventi hanno assunto un significato particolare: l’incontro con i candidati nei Comuni monferrini avvenuto il 15 maggio per discutere il progetto di moneta complementare e l’incontro con il segretario nazionale di CasaPound Italia, Simone Di Stefano, avvenuto il 17 maggio.

L’incontro con i candidati nei Comuni monferrini del 15 maggio.

“Da decenni – spiegano gli esponenti di Direzione Casale – tutti sentiamo parlare dello scollamento tra Casale Monferrato, Capitale del Monferrato, e i comuni minori, e dell’assenza di traino da parte di quello che dovrebbe essere l’ente capofila del territorio, Il 15 maggio, presso il Salone Civico di Terranova, si è finalmente andati in controtendenza e si è visto un affollato incontro tra un candidato Sindaco di Casale, Alberto Costanzo, e candidati Sindaci e Consiglieri dei Comuni monferrini, per discutere un progetto comune: il progetto di un consorzio di Comuni per l’introduzione di una moneta complementare”.

Il tema, che ha suscitato l’interesse di molti futuri amministratori, è stato sviscerato da Costanzo che ha evidenziato “la piena realizzabilità del progetto, che è conforme alla normativa vigente, e i molti vantaggi che apporterebbe all’economia locale”. Nella sua relazione Costanzo ha evidenziato “l’assoluta necessità di ragionare in termini innovativi, per poter voltare pagina rispetto all’attuale situazione di crisi che attanaglia il nostro territorio”, e in quest’ottica ha ipotizzato anche altre iniziative che il costituendo consorzio di Comuni potrebbe assumere, come ad esempio la produzione di biogas, biometano ed energia elettrica utilizzando i rifiuti.

Al termine, i presenti si sono dati appuntamento dopo il 26 maggio, per valutare, in base ai risultati elettorali, chi avrà la possibilità di farsi portavoce del progetto nei rispettivi consigli comunali.    

L’incontro con Simone Di Stefano del 17 maggio.

Circa 200 persone hanno partecipato, il 17 maggio presso l’Hotel Candiani, all’incontro con il segretario nazionale di CasaPound Italia, Simone Di Stefano, presente per la prima volta nella nostra città.

Nel corso della serata (a cui si riferiscono le fotografie) si sono succeduti gli interventi di Ivan Barretta (responsabile locale di CPI),del candidato Sindaco Alberto Costanzo e di Marco Racca (coordinatore regionale di CPI),ed infine il discorso di Simone Di Stefano, che ha parlato “della grande concretezza e fattibilità del programma nazionale di CasaPound Italia, a partire da quello che è il tema del momento, l’Italexit, cioè la nostra uscita dall’Euro e dall’Unione Europea, indispensabile per ridare la speranza di un futuro all’Italia”.

“Al termine della serata – concludono gli esponenti di Direzione Casale – nel corso della quale è emerso in modo tangibile il grande affetto dei casalesi verso Simone Di Stefano, il segretario nazionale di CPI si è ancora trattenuto nella nostra città, dapprima per parlare con moltissimi cittadini che lo attendevano, e poi per una cena presso il Ristorante La Torre”.

Ricerca in corso...