'E' una strana coalizione ma non si può scommettere sul fallimento del Paese'

Il commento del segretario cittadino della Lega Piemont Mario Farè sul governo Draghi appena nato

CASALE MONFERRATO

Dal segretario cittadino della Lega Piemont Mario Farè riceviamo e pubblichiamo integralmente questa riflessione sul governo appena nato guidato da Mario Draghi, che proprio oggi otterrà la fiducia alle Camere.

“Non voglio ripetere – scrive Farè – ciò che il nostro capogruppo Alberto Drera ha già ribadito, e condiviso da me, ma volevo aggiungere che per essere “patrioti” un tempo voleva dire mettere a repentaglio la propria vita per un bene supremo che è la Patria, ed è quello che il nostro segretario Salvini ha fatto mettendo il capitale di consensi a servizio del Paese, chiaro è una colazione governativa anomala e di difficile amalgama ma l’alternativa da noi auspicata, le elezioni, il Presidente Mattarella è stato chiaro che non intendeva percorrerla e dunque l’alternativa era stare alla finestra e “ ululare alla luna”.

“Può finire bene non so, può andare male spero di no e sono sicuro che gli amici di Fratelli d'Italia nel loro cuore non si auspicano il fallimento di questa strana coalizione perché chi si definisce “ patriota” non scommette sul fallimento del suo Paese”.

Ricerca in corso...