Crisi Cerutti: 'Bene la cassa covid, ora sono prioritari una serie di riscontri locali, regionali e nazionali'

Nuovo intervento del circolo e del gruppo consiliare del Partito Democratico di Casale Monferrato

CASALE MONFERRATO

Dal Circolo e Gruppo Consiliare del Partito Democratico riceviamo e pubblichiamo integralmente questo nuovo intervento sulla crisi Cerutti: “Ora che da parte della curatela è stata avanzata la richiesta per la “cassa covid” e che, per almeno un mese i lavoratori saranno tutelati bisogna procedere celermente con una serie di riscontri”.

“Le competenze dei lavoratori sono oggi il più importante valore aggiunto dell'azienda e perché non venga perso e disperso riteniamo che si debba procedere con questi passaggi fondamentali nelle prossime settimane:

- la convocazione di un tavolo di crisi al Ministero Sviluppo Economico (MISE) per affrontare il tema industriale entro la fine asta del 3 maggio;

- l'avvio di un tavolo Regione-MISE per approfondire anche la strada della costituzione di una cooperativa dei lavoratori che possa presentare un'offerta e rilevare l'azienda o una parte di essa (seguendo l'esempio virtuoso della cartiera Pirinoli di Roccavione);

- la conferma dal Ministero del Lavoro sulle ulteriori possibili iniziative per prolungare il periodo di validità degli ammortizzatori sociali, a partire dalla cassa integrazione;

- l'avvio del tavolo territoriale per affrontare a tutto tondo il tema della crisi lavorativa e occupazionale di Casale e del territorio. Proprio su questo abbiamo depositato una proposta di ordine del giorno urgente che confidiamo venga celermente discusso e approvato in consiglio comunale”.

“C'è molto da fare a tutti i livelli istituzionali in questo mese di Aprile, un periodo decisivo per affermare la dignità e identità di 260 lavoratori e famiglia, di tutti noi, di un intero territorio”.

“Noi continueremo a dare il nostro contributo, insieme ai nostri rappresentanti nelle istituzioni”.

“Complimenti ai sindacati e complimenti soprattutto alle lavoratrici e ai lavoratori per il loro esempio e la loro determinazione”.

Ricerca in corso...