'Casa di Riposo, ennesimo colpo di mano del Pd. Il buon senso prevalga sulle logiche delle poltrone'

Intervento dell'opposizione di centro destra: 'Presto in votazione l’approvazione di provvedimenti sul riordino dell’Ipab che comporteranno un processo di trasformazione complesso'

CASALE MONFERRATO

È ancora polemica sulla Casa di Riposo. “Abbiamo appreso con preoccupazione la notizia della repentina convocazione del consiglio di amministrazione della Casa di Riposo di Casale, che potrebbe trasformarsi nell’ennesimo atto in spregio alla storica e statuaria autonomia dell’Ente» affermano infatti capigruppo di opposizione Vito De Luca (Forza Italia),Emanuele Capra (Lega),Fiorenzo Pivetta (Voce Civica) e Federico Riboldi (Fratelli d'Italia).

A creare turbamento è l’indiscrezione secondo la quale, spiegano gli esponenti dell'opposizione di centrodestra, «il presidente Mario Botta, seguendo fedelmente le indicazioni dell’Amministrazione Palazzetti, sempre più ostaggio del Pd, metterà in votazione l’approvazione dei provvedimenti inerenti al riordino dell’Ipab, che comporterà un processo di trasformazione complesso, le cui scelte ricadranno non solo sulla gestione della struttura, ma soprattutto sui dipendenti, ospiti e famiglie, senza una concertazione preventiva con le parti coinvolte, i soci privati e le sigle sindacali. Un fatto ancor più grave se si pensa che arriva a pochi mesi dalla decisione antidemocratica e in piena violazione dello Statuto Comunale del Sindaco Palazzetti di escludere la minoranza dal consiglio di amministrazione».

«Dopo lo schiaffo alle opposizioni, il Pd si prepara a darne uno anche ai soci privati che con il nuovo Statuto perderanno uno dei due posti in seno al Cda – conclude la minoranza –. Con quattro componenti su cinque, l’Ente dopo oltre duecento anni perderà totalmente l’autonomia. Una necessità per il sindaco Palazzetti che deve riappacificare le diverse anime della sua maggioranza in vista delle prossime elezioni. Invitiamo l’Amministrazione e il presidente Botta a tornare sui propri passi per arrivare all’approvazione di uno Statuto discusso e condiviso con le parti».  

Ricerca in corso...