'Bilancio: le motivazioni delle minori entrate per le sanzioni al codice della strada'

Intervento della vicepresidente della commissione Bilancio Monica Mellina

CASALE MONFERRATO

Da Monica Mellina, vicepresidente della commissione Bilancio, riceviamo e pubblichiamo integralmente questo intervento sulle entrate previste a bilancio per le sanzioni al codice della strada.

“Per quanto riguarda le sanzioni al codice della strada imputate a bilancio, sono previste entrate per 500mila euro per l’anno 2021. L’importo, non elevato, ha distinte e diverse motivazioni”.

“Sicuramente l’emergenza Covid-19, che ha influenzato sia l’anno 2020 (dal mese di marzo),sia il 2021 (per un periodo ancora imprecisato),ha ridotto la mobilità dei cittadini, che hanno utilizzato molto meno che non negli anni precedenti le autovetture (dato confermato anche dai ridotti consumi di carburante),sia per recarsi al lavoro, per portare i figli a scuola o per effettuare acquisti nelle diverse attività commerciali che non hanno potuto svolgere regolarmente la propri attività”.

“Anche altri settori colpiti (piscine, palestre, manifestazioni varie) hanno contribuito alla riduzione della mobilità e contribuirà anche nel prossimo futuro”.

“Chiaramente un minor utilizzo delle autovettura ha sia conseguenze positive (riduzione degli incidenti, smog, ecc.),e chiaramente una riduzione delle sanzioni relative al Codice della Strada”.

“Il libero utilizzo di parte delle cosiddette “zone blu”, oltre alle novità introdotte attualmente dall’Amministrazione (sosta non a pagamento per i primi 15 minuti),per mitigare le difficoltà date dal Covid-19 alla popolazione casalese, hanno portato e porteranno minori infrazioni con conseguenti minori Entrate”.

“Considerando l’attuale stato di incertezza, e con l’obiettivo primario di non indicare Entrate che potrebbero non essere conseguite, l’Amministrazione ha, giustamente, tenuto un comportamento molto prudenziale”.

“Ciò non vuol dire sottovalutare le problematiche date dalle sanzioni del codice della strada, ma semplicemente monitorare costantemente l’evoluzione della situazione ed intervenire con eventuali variazioni di bilancio, sempre possibili fino al 30 novembre 2021”.

Ricerca in corso...