'Basta tagli al nostro ospedale'

Federico Riboldi, candidato sindaco del centro destra e della lista civica Difesa e Ripresa, interviene dopo le voci sul reparto di Radiologia, che potrebbe esser chiuso agli esterni dal 15 aprile

CASALE MONFERRATO

Federico Riboldi candidato sindaco di Casale Monferrato per la grande coalizione del centro destra e per la lista civica Difesa e Ripresa interviene sulla questione sanità: «I tagli e gli sfregi alla principale istituzione sanitaria del nostro territorio non si contano più – ha dichiarato –. Siamo davvero stanchi e soprattutto preoccupati per il futuro del nostro ospedale. Con ansia viviamo queste ultime ore attendendo notizie che da ufficiose si spera non diventino mai ufficiali e che riguardano il reparto di Radiologia del Santo Spirito che potrebbe esser chiuso per gli esterni a partire dal 15 aprile. La carenza di personale costringerà ad una riorganizzazione dell’attività nella quale almeno inizialmente assisteremo ad una riduzione di alcuni servizi».

Secondo indiscrezioni, infatti, dovrebbe essere sospesa l’attività di accesso diretto alla Radiologia, escluso RX Torace, colonscopia e Tac con mezzo di contrasto mentre sarà ridotta la tac basale. È stata firmata una convenzione con l’ASO di Alessandria per la Radiologia interventistica attendendo che l’Asl, che spesso si appoggia alla consulenza di radiologi di strutture limitrofe, riesca finalmente a incrementare l’organico dei propri specialisti.

«Una situazione al limite della sostenibilità – ha ripreso Riboldi – anche per il personale che è costretto a turni aggiuntivi per cercare di coprire la reperibilità. Radiologia, come tantissimi altri reparti che per tanti anni sono stati considerati reparti di eccellenza, giorno dopo giorno hanno assistito inermi al loro totale depotenziamento. La nostra amministrazione darà battaglia ad ogni livello per la tutela della sanità locale ed impedirà la marginalizzazione del nostro ospedale».  

Ricerca in corso...