'Spirit Munfrin' a Moncalvo

Domenica 2 dicembre, al Teatro Civico, spettacolo del Collettivo Teatrale con la banda 'I Sonadur' diretta da Massimiliano Limonetti

MONCALVO

In occasione dei dieci anni dell'Aleramo Onlus, domenica 2 dicembre, alle 17, al Teatro Civico di Moncalvo, si svolgerà lo spettacolo 'Spirit Munfrin', realizzato dal Collettivo Teatrale con la regia di Graziano Menegazzo e la Banda 'I Sonadur' diretta da Massimiliano Limonetti.

Non potrà mancare un brindisi a cui saranno invitati tutti gli spettatori offerto dall’A.l.e.r.a.mo. e dalla Tenuta La Fiammenga di Cioccaro di Penango.

LA STORIA DELL'ALERAMO ONLUS

7 amici si incontrarono per cambiare il mondo.

Con quali armi? Avevamo solo il nostro entusiasmo e un’arma antica: la bellezza intorno a noi.

Perché la bellezza può cambiare ognuno di noi e con noi il mondo che ci circonda.

Così iniziò la nostra avventura.

Era il 5 febbraio 2008 e sono passati 10 anni.

Difficoltà, gioie, soddisfazioni, errori, ripensamenti. Amici nuovi, amici che vanno e ci lasciano, nulla però va perso.

A chi rivolgersi? Prima di tutto ai più piccoli, i bambini e i ragazzi, fragili e forti ad un tempo, capaci sempre di stupirci e di emozionarci. Prima loro perché sono il nostro futuro e la nostra sola vera ricchezza.

Insegnare loro che la bellezza occorre cercarla con tenacia, ma è un tesoro che non delude.

Insegnare loro ad essere innanzitutto attenti estimatori delle belle arti.

L’arte esiste solo se qualcuno la ascolta, la guarda, la sente, la gusta, la ama.

Trasmettere passione e amore per il paesaggio.

Scoprire il fascino delle pievi romaniche.

Imparare l’accoglienza.

Condividere momenti e sensazioni, immagini e parole, mostre, incontri, libri, teatro, musica.

Valorizzare l’arte al femminile.

Riscoprire la storia antica e recente, affascinante, una fiaba per adulti e per bambini.

Tanti progetti e tante idee, alcune ancora nel cassetto, altre in parte realizzate e di là da venire.

Il nostro lavoro è stato utile? Non sta a noi dirlo.

Lo abbiamo amato, lo abbiamo fatto con passione, perché ci crediamo.

Continueremo la nostra strada? Chi lo sa?

Per ora vogliamo solo far festa e ringraziare tutti coloro che, credendo in noi, ci hanno aiutato, seguito e accompagnato in questi anni sempre o per poche ore, ad ognuno il nostro affetto e la nostra gratitudine.

LO SPETTACOLO SPIRIT MUNFRIN

Lo spettacolo, avvalendosi di varie forme di comunicazione, intende presentare al pubblico l’ampio folklore monferrino impregnato di storie e leggende, gioie, dolori, fatiche e speranze della sua gente.

Si potranno così ascoltare e apprezzare le poesie di autori quali Cesare Vincobrio, Nino Costa, Teresio Malpassuto, Proverbi dei nostri vecchi tra cui alcuni famosi di Agostino Della Sala Spada, filastrocche della tradizione orale, canti popolari e musiche “ballabili per banda” di inizio ‘900 (one-step, polka, mazurca, valzer),racconti su usi e costumi contadini e si godrà della visione di significative immagini d’epoca.

Ben si addicono allo svolgersi della rappresentazione le parole dello scrittore A. Barolo quando afferma nel suo libro “Folklore Monferrino”: “Il popolo è naturalmente poeta. Privo di scienza dottrinale, egli ubbidisce cecamente alle leggi della natura dalle cui viscere ritrae inconsapevolmente la forza e la bellezza…Egli vive circondato ed accompagnato dallo stupore della propria ignoranza che gli strappa espressioni di meraviglia e d’amore di fronte alle bellezze che lo attorniano: vive intimamente ed intensamente, non frena la gioia, non maschera il dolore; oltraggiato si vendica; amato, riama. La sua vita è lo specchio fedele della sua anima la quale è sincera e pura come Dio gliel’ha soffiata nel corpo.”

Vogliamo un gran bene a questa terra monferrina che con gli infernot è diventata patrimonio dell’umanità e questo spettacolo lo vuole testimoniare rendendone cosciente e partecipe tutto il pubblico.

Redazione On Line
Ricerca in corso...