Quattro giovani lettrici vernacolari a Treville

In occasione della presentazione dell’Armanàch ad Tarvilla 2019 hanno letto poesie di Paolo Testa

TREVILLE MONFERRATO

In occasione della presentazione dell’Armanàch ad Tarvilla 2019 presso il Salone Comunale di Casa Devasini la Biblioteca Comunale 'G. Spina' ha presentato un siparietto di auguri natalizi interpretato da quattro giovanissime lettrici vernacolari. Le protagoniste sono state: Noemi Antonioli (11 anni di Cereseto),Clelia Barretta (14 anni di Casale),Isabella Monzeglio (12 anni di Ozzano) e Anna Soldera (12 anni di Cella Monte).

Il progetto nasce dalla partecipazione ad un laboratorio realizzato a Treville durante l’estate dai volontari della Biblioteca a cui bambini e ragazzi hanno partecipato cimentandosi nella lettura del dialetto casalese scritto dal direttore della biblioteca Paolo Testa. Da qui l’idea di riproporlo per Natale in un’occasione pubblica.

Le ragazze hanno letto alcune tra le più riuscite poesie natalizie di Testa: “Noeucc Santa”, “Regal d’amour”, “Brülè”, “La storia pü bela”. 

(Clelia Barretta)

Il tramandare alle giovani generazioni la parlata dialettale insieme al bagaglio più antico di modi di dire e usi delle nostre campagne resta segno di attenzione culturale per un territorio che cerca in questo la propria originaria peculiarità da accostare ad una modernità indispensabile al crescere dei nostri ragazzi.

(Isabella Monzeglio)

Ricerca in corso...