Profondo cordoglio a Balzola per la scomparsa di Anna Pace

E' stata consigliere e assessore comunale, volontaria dell'Oftal e della Croce Rossa. Aveva 59 anni

BALZOLA

(Anna Pace - Foto Oftal)

Martedì 7 novembre, alle ore 15, una folla commossa ha dato l'ultimo saluto a Anna Pace, scomparsa dopo una lunga e dolorosa malattia, affrontata con una straordinaria forza di fede e speranza, nel tardo pomeriggio di domenica 5 novembre, a soli 59 anni.

Anna lascia il marito Piero Carturan, che gli ha apprestato, unitamente alla sorella Vitina, le cure più amorevoli, specialmente nell'ultimo periodo, i fratelli Tommaso e Franco, le sorelle, Katia, Donatina, la famiglia tutta, e tutta la comunità balzolese che l'ha amata e apprezzata, in un dolore grandissimo.

Anna era nata a Filiano (PZ) nel 1958, dopo gli studi in Basilicata, si era trasferita in Piemonte, dove ha iniziato, nel 1978, l'attività impiegatizia presso vari uffici amministrativi. Ha poi sposato Piero Carturan di Balzola e, dalla loro unione era nato, nel 1984 Fabrizio.

Fabrizio è stato sin dalla più tenera infanzia un collaboratore instancabile dell'allora parroco Don Giuseppe Unia, e animatore dell'Oratorio Parrocchiale. Appassionato cultore di musica e di liturgia, aveva intrapreso gli studi organistici, animando le celebrazioni parrocchiali. Dedito ai volontariato, la sua presenza è sempre stata di aiuto ai malati dell'Oftal e tra i nonni della Casa di Riposo di Balzola. Nel 2000 aveva partecipato alla Giornata Mondiale della Gioventù di Torvergata, presieduta da San Giovanni Paolo II. Il 20 settembre 2001 Fabrizio morì all'età di 17 anni.

Anna e Piero, dopo la perdita di Fabrizio, hanno saputo trarre, dalla fede, la spinta più grande per proseguire nel cammino della vita, diventando a loro volta volontari dell'Associazione Oftal, nella Croce Rossa, e dedicandosi in tutto e per tutto all'opera più bella dedicata al loro Figlio, l'oratorio parrocchiale. Infatti nel settembre 2001, durante una solenne cerimonia presieduta dall'allora vescovo Germano Zaccheo, l'oratorio è stato dedicato a "Fabrizio, giovane amico".

Anna ha poi donato le sue preziose energie alla vita del paese, rivestendo la qualifica di Consigliere Comunale, con i Sindaci Francesco Bonafé e Luigi Carturan e poi quella di Assessore al Bilancio con il Sindaco Armanda Grignolio. Il suo contributo alla vita sociale del paese non è mai venuto meno, neppure durante la malattia e la sofferenza.

Il suo pensiero era sempre rivolto al prossimo mai a sé, le sue preoccupazioni erano per il bene della comunità, poche settimane fa, infatti, si era preoccupata di far ritinteggiare le pareti interne del salone parrocchiale. La celebrazione esequiale è stata presieduta da Don Taddeo Rapala e concelebrata da Don Mario Fornaro, Don Sandro Luparia, Don Franco Zuccarelli, Don Simone Viancino e con l'assistenza del Diacono Giuseppe Camagna. Erano presenti le rappresentanze del Comune e della Protezione civile di Balzola, con il gonfalone, dell'Associazione e della Croce Rossa di Casale Monferrato.

Al termine della celebrazione, hanno portato il loro commosso saluto il cognato Pietro Romano, la nipote dottoressa Maria Grazia Pace e Alberto Busto.

Tutta la comunità balzolese, profondamente addolorata per la prematura scomparsa di questa madre e di questa sposa, ringrazia il Signore per i segni di benedizione e di amore che ha operato attraverso l'esempio e la vita di Anna e di Fabrizio.

Per espressa volontà della defunta, tutte le offerte raccolte, saranno devolute all'Associazione Vitas di Casale Monferrato.

Ricerca in corso...