Pier Angelo Sequeri a Casale Monferrato a due anni dalla 'Amoris Laetitia'

Lunedì 28 maggio, nella Biblioteca del Seminario, incontro nell'ambito del Cantiere Speranza

CASALE MONFERRATO

A poco più di due anni dalla Esortazione Apostolica post-Sinodale “Amoris Laetitia” sarà  a Casale lunedì il 28 maggio, alle ore 21, nella Biblioteca del seminario DonPier Angelo Sequeri il nuovo Preside del Pontificio Istituto “Giovanni Paolo II” per gli studi su matrimonio e famiglia.

A partire dai contenuti del suo ultimo, importante saggio “La cruna dell’ego” (Edizioni Vita e Pensiero) il professor Sequeri rifletterà sul carattere distruttivo dell’individualismo contemporaneo e sulla necessità di uscire dal “pensiero unico” che domina l’ Occidente tutto rivolto alla soddisfazione dei desideri del soggetto senza alcun riferimento ad una dimensione collettiva e relazionalmente significativa.

Occorre tornare, per Sequeri, alla cultura del dono e della benevolenza creando quel legame sociale che consente l’edificazione di vere famiglie e di una autentica città dell’uomo. La domanda che l’uomo deve avere il coraggio di porsi, sottolinea l’autore, non è “chi sono io?” destinata soltanto a produrre frustrazione e disperazione , ma “per chi sonoio?” che apre alla vera “generatività”.

Anche la politica deve fare la sua parte difendendo le istituzioni dell’umano, così come il cristianesimo che può offrire un contributo decisivo per liberare l’uomo contemporaneo dal monoteismo del sé. Questa la vera rivoluzione dell’amore che l’Esortazione Apostolica “Amoris Laetitia” propone di introdurre in forma stabile e progettuale nella vita familiare con una trasformazione difficile, lenta e dolorosa, ma anche grandiosa, liberante e profetica.

Rovesciare a partire dalla famiglia l’ordine delle domande cambia tutto! E ci fa ritornare umani. Perché senza filo l’ago non cuce nulla e serve solo per pungere!

Pier Angelo Sequeri, nato a Milano è sacerdote dell’Arcidiocesi dal 1968; è attualmente Preside e professore ordinario di Teologia fondamentale alla Facoltà teologica dell’Italia Settentrionale.

Membro di numerose commissioni pontificie ed editorialista di “Avvenire” e dell’ “Osservatore Romano” Sequeri, oltreché scrittore ed accademico di rango è molto conosciuto come musicista e compositore. Tra le raccolte più note si ricordano “Symbolum ‘77 - Tu sei la mia vita”, “Symbolum ‘78 - E sono solo un uomo”, “Symbolum80 - Oltre la memoria”. Delle sue opere classiche si possono citare il “Quintetto perDavid” in memoria di Padre David Maria Turoldo e la composizione della Messa del Giubileo del 2000.

Da anni lavora anche sul fronte della ricerca musicologica per il recupero dei ragazzi con speciali difficoltà sul fronte fisico, psichico e relazionale . A questo proposito ha fondato anche una speciale Orchestra Sinfonica professionale.

Ricerca in corso...