'Cosmogonie': le opere di Elena Caterina Doria e Simone Pizzinga nella Manica Lunga del Castello

Sabato 10 febbraio, alle 17.30, l'inaugurazione della mostra di disegni e pitturi dei due artisti monferrini

CASALE MONFERRATO

Prosegue con una nuova doppia esposizione il percorso della rassegna Arte in Pratica in Monferrato, a cura della Consulta per la Cultura del Comune presieduta da Piergiorgio Panelli e in collaborazione con l’assessorato alla Cultura.

Sabato 10 alle 17,30 nella Manica Lunga del Castello di Casale Monferrato, sarà allestita la mostra 'Cosmogonie', con disegni e pitture dei monferrini Simone Pizzinga e Elena Caterina Doria.

L’esposizione sarà visitabile gratuitamente fino a domenica 25 febbraio ogni sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19; giorni infrasettimanali su appuntamento al 0142 444330.

L’allestimento nasce dal dialogo delle ricerche degli artisti, accomunate dalla generazione di mondi con forme di vita. Pizzinga e Doria sono conoscitori dei processi grafici, tipografici e di stampa: si tratta di un’ulteriore cifra estetica che li collega. Il loro biomorfismo è accostato dalla trasformazione simbolica di un’immagine reale in grado di creare corrispondenze archetipiche o epiche, l’elemento umano è esplorato attraverso la psicologia del soggetto.

Simone Pizzinga nasce a Casale Monferrato nel 1985. Vive e lavora a Torino. Fin dal 2011 ha partecipato a mostre collettive e personali. Le sue opere consistono in una stratificazione composta da fotografie elaborate digitalmente sviluppate su pellicole plastiche trasparenti sovrapposti a fogli di carta dipinti minuziosamente ad acquarello. Nei ritratti,come­ nei soggetti di folle, felci e foreste, le immagini perdono ogni connotazione digitale, diventano profonde, soffici, carnali e fluttuano sospese su quella base di pigmento e acqua che è stata stesa come un velo. A questo punto si genera un ossimoro, le immagini che sembravano cupe e soffocanti diventano leggere e sospese. In questo passaggio le opere entrano in un limbo in cui non è mai chiaro dove finisca il bello e cominci il grottesco. L'unica cosa certa è che, in questi come in tutte le altre sue opere, la bellezza assume forme diverse da quelle dei canoni classici o degli stereotipi. La forza del lavoro di Simone sta proprio in questo, nel riuscire a ibridare il concetto di bello dandogli un significato nuovo.

Elena Caterina Doria nasce a Milano il 10 Febbraio 1965. Dopo il liceo artistico frequenta e si diploma alla NABA (Nuova Accademia di Belle Arti),seguendo contemporaneamente i corsi di pittura, incisione, anatomia artistica e quelli di graphic design e comunicazione visiva. Nel 1990 si trasferisce a Casale Monferrato dove lavora come grafica e illustratrice freelance. Negli anni comincia a maturare in lei la necessità di esprimersi attraverso il disegno e la manualità, si approccia così, per naturale inclinazione e desiderio di scoperta, ai temi della natura, della trasformazione, della meraviglia, della vita che cambia forma e si evolve, facendone i punti cardine della sua espressione artistica.

Ricerca in corso...