Tre nuove pietre d'inciampo nelle vie di Casale Monferrato

Saranno collocate giovedì 18 gennaio, alle 15, in vicolo Salomone Olper e in via Pinelli

CASALE MONFERRATO

(Nella foto: le Pietre d'inciampo collocate da Gunter Demning lo scorso gennaio sotto i portici di via Roma)

Saranno segnati dal ricordo i prossimi appuntamenti culturali della Comunità Ebraica di Casale Monferrato per avvicinarsi alla “Giornata Europea della Memoria” in cui si commemorano le vittime della Shoah.

Il primo appuntamento sarà giovedì 18 gennaio alle 15, quando ritornerà a Casale Gunter Demning, l'artista tedesco che nel 1995 ha ideato le “Pietre d'inciampo”, una performance, che consiste nel collocare pietre di ottone della dimensione di cubetti di porfido nei pressi delle abitazioni degli ebrei deportati. Ad oggi ne ha cementate quasi 60.000 sulle pavimentazioni stradali di tutta Europa, ciascuna con un nome e una data dove, appunto, far inciampare la memoria.

A Casale Monferrato, in collaborazione con il Comune le nuove pietre saranno tre: due poste in vicolo Salomone Olper (vicino al portone della Sinagoga),in ricordo di Isaia Carmi e Matilde Carmi Foà, la terza in via Pinelli 2, per ricordare Faustina Artom Borgetti. In entrambe le pose saranno  presenti l'artista e i famigliari dei deportati.

Sabato 27 gennaio alle ore 18,30 in Comunità il Giorno della Memoria si inaugura con la mostra Fotografica di Enrico Cominasso dal titolo Il Silenzio dei Campi con le immagini di Giorgio Ferraro Mario Lanero Giancarlo Violanti. A seguire l'accensione dei Lumi della Memoria. Domenica 28 ore 15,30 in Sala Carmi si terrà la conferenza della professoressa Elisabetta Massera dal titolo "1938 - 2018: le menzogne della razza, le leggi fasciste del 1938, i nuovi fascismi".

Ricerca in corso...