Torna in streaming il Monferrato Classic Festival

L’assessore Gigliola Fracchia: 'Quattro concerti per assaporare di nuovo la magia della grande musica classica'

CASALE MONFERRATO

L’atteso Monferrato Classic Festival torna con quattro concerti che si susseguiranno dal 17 marzo al 14 aprile. Un’edizione completamente in streaming, come impone l’attuale emergenza sanitaria, ma che non deluderà sicuramente i molti appassionati di musica classica che da anni seguono la rassegna.

La Monferrato Classic Orchestra, con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura della Città di Casale Monferrato, proporrà un programma di esecuzioni molto interessante, con i quattro concerti che saranno a disposizione a cadenza settimanale sul sito del Comune alla pagina www.comune.casale-monferrato.al.it/mcf21.

«Siamo molto orgogliosi di poter riproporre il Monferrato Classic Festival – ha sottolineato l’assessore Gigliola Fracchia -, perché la grande musica saprà regalare alcuni magici attimi di evasione da un momento certamente non facile per tutti noi. Le nuove tecnologie ci hanno permesso di non interrompere questo importante festival, dando anche la possibilità alla Monferrato Classic Orchestra di proseguire nel suo prezioso lavoro».

Il primo appuntamento di mercoledì 17 marzo alle ore 17,00 vedrà l’esecuzione del Quartetto in Mi Bemolle maggiore di Mozart e il Quartetto in Re Maggiore op. 23 di Antonin Dvorak.

Di quest’ultima opera è da ricordare che è fu scritta dal compositore in soli 18 giorni e manifesta chiaramente le caratteristiche che delineano la personalità di Dvorak: momenti di sensibile lirismo, varietà di colori e ritmi che ricordano le melodie popolari.

Pagine di limpida bellezza, questa composizione si snoda in tre movimenti. Il primo tempo si apre con il malinconico tema sincopato e cantabile affidato al violoncello; via via appare una densa scrittura a imitazione e appaiono numerosi altri temi che confermano la straordinaria identità del compositore. Il secondo movimento è un tema con variazioni che alterna malinconia, intensità espressiva, sinuose linee melodiche, fresca vena popolare dove il dialogo tra archi e pianoforte conferma la struggente malinconia che attraversa queste mirabili pagine. Il quartetto si chiude con il movimento finale, dove il ritmo si fa sempre più incalzante, interrotto da un interrogativo valzer.

Il quartetto che proporrà questo primo concerto è composto da Cesare Zanfini al violino (preparatore e maestro concertatore della Monferrato Classic Orchestra),i fratelli Lorenzo e Elena Lombardi alla viola e al violoncello (componenti della MCO)e al pianoforte il direttore artistico della rassegna, Sabrina Lanzi.

Questo, invece, il calendario completo del Monferrato Classic Festival 2021:

mercoledì 17 marzo – ore 17,00

Mozart, piano quartetto in mi bemolle maggiore

Dvorak, piano quartetto Op 23 in re maggiore

Cesare Zanfini, violino

Lorenzo Lombardo, viola

Elena Lombardo, violoncello

Sabrina Lanzi, pianoforte

mercoledì 24 marzo – ore 17,00

Duo per violoncello e pianoforte

Musiche di Chopin, Debussy

Sergio Patria, violoncello

Elena Ballario, pianoforte

mercoledì 31 marzo – ore 17,00

Concerto per pianoforte solo

Musiche di Beethoven, Scarlatti, Albeniz

Roberta Giorgio, pianoforte

mercoledì 14 aprile – ore 17,00

Concerto per arpa

Floraleda Sacchi, arpista

Ricerca in corso...