Seconda lezione al Museo San Giacomo di Lu Monferrato per i volontari dell’arte

Il prossimo appuntamento del corso è previsto per venerdì 29 marzo alle ore 17.30 presso la Sala Cavalla dell’ex Seminario Vescovile

LU MONFERRATO

Continua il corso di formazione per volontari “Architettura e Arte nella Diocesi di Casale Monferrato: alcuni esempi”, organizzato dall’Associazione Antipodes, in collaborazione con Orizzonte Casale, destinato ai volontari di ambedue le associazioni – che si occupano di promuovere e valorizzare il patrimonio artistico, storico ed architettonico cittadino – e agli aspiranti volontari che desiderano collaborare con esse, oltre che agli iscritti di altre associazioni culturali casalesi e del territorio.

Il secondo appuntamento, come da programma, si è svolto nella mattinata di sabato 9 marzo al Museo San Giacomo di Lu, facente parte del Sistema Museale Diocesano, dove la conservatrice, Lorena Palmieri, ha accompagnato i volontari alla scoperta della storia del paese di Lu e delle vicende che hanno portato alla nascita del museo grazie all’impegno costante dell’Associazione culturale San Giacomo.

In particolare ci si è soffermati su alcune opere d’arte esposte salvate da distruzione certa grazie all’attenzione dei volontari luesi che, in fase di recupero dei pezzi da esporre, spesso provenienti da magazzini e ambienti in disuso, sono riusciti a riconoscerne il valore artistico e, consultandosi con gli addetti ai lavori, ne hanno favorito la conservazione: tra esse una statua lignea di Sant’Antonio di Padova del XVII secolo e il frammento di tela raffigurante San Carlo Borromeo opera di Pietro Paolo Boffa, nipote del pittore Giorgio Alberini.

I volontari sono stati guidati inoltre ad approfondire meglio la conoscenza di due dipinti la cui storia è strettamente legata a quella casalese: la pala d’altare con Sant’Agata tra le sante Caterina d’Alessandria e Apollonia di Orsola Maddalena Caccia, oggi in deposito a Lu ma proveniente dalla Cattedrale di Sant’Evasio, e i Canonici di Lu di Pietro Francesco Guala, da poco ritornato a casa dopo essere stato a lungo esposto presso il Museo Civico di Casale.

Infine ci si è soffermati alla riscoperta del lavoro e delle opere del pittore luese Luigi Onetti (1876-1968).

Il prossimo appuntamento del corso è previsto per venerdì 29 marzo alle ore 17.30 presso la Sala Cavalla dell’ex Seminario Vescovile (ingresso da Piazza Nazari di Calabiana con possibilità di parcheggio gratuito nel vicino cortile con accesso in fondo a Vicolo Caravadossi) con una lezione a cura del Prof. Fulvio Cervini – ordinario di Storia dell’Arte Medievale dell’Università di Firenze e curatore della mostra in corso ad Alessandria, “Alessandria scolpita” – e della dott.ssa Lorena Palmieri, collaboratrice dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi, dal titolo “La Cattedrale: tracce di medioevo in architettura, scultura, oreficeria”.

A seguire, sabato 30 marzo, alle ore 10.00, visita alla Cattedrale e al Tesoro del Duomo.

Si ricorda che il corso è gratuito per i soci delle due associazioni proponenti mentre agli altri partecipanti è richiesta una quota di adesione di 10 euro, che consentirà loro di ricevere in omaggio la tessera MOMU (Monferrato Musei),la tessera personale, di validità annuale, con cui è possibile visitare più volte e senza spese aggiunte ben otto musei del territorio monferrino: a Casale, Museo Civico e Gipsoteca Bistolfi, Sacrestia aperta della Cattedrale, Sinagoga e Musei Ebraici; a Crea, la Cappella del Paradiso del Sacro Monte; a Frassineto Po, il Centro di Interpretazione del Paesaggio del Po; a Coniolo, il Museo etnografico “Coniolo il paese che visse due volte”; a Cella Monte l’Ecomuseo della Pietra da Cantoni; a Lu, il Museo San Giacomo.

Il corso è realizzato con il sostegno dell’8 x Mille della Chiesa Cattolica Italiana e rientra nel Progetto Città e Cattedrali, il grande piano di valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico presente in Piemonte e in Valle d’Aosta.

Per informazioni, dal martedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle 13.00:

Associazione Antipodes: email antipodescasale@gmail.com cell 392.9388505

Associazione Orizzonte Casale: email gianni.calvi@libero.it cell 347.4882619

Ricerca in corso...