Rosignano e il Monferrato si promuovono grazie al Centenario Morbelliano

A partire da inizio maggio sarà fruibile uno straordinario percorso artistico, paesaggistico e culturale che farà del nostro territorio una meta importante del turismo di qualità

ROSIGNANO MONFERRATO

(Nella foto:  Inaugurazione a Milano - Gam:,la delegazione Rosignanese dinanzi al celeberrimo 'Riposo alla Colma' 1894-1898)

Le mostre milanesi su Angelo Morbelli, oltre che ridestare il giusto interesse sulla figura e le opere di uno dei massimi esponenti del  divisionismo pittorico italiano di fine Ottocento, hanno posto Rosignano ed il Monferrato al centro dell'attenzione di una vasta e qualificata platea di critici d'arte, giornalisti  e numerosissimi estimatori  ed appassionati dell'arte, interessanti a visitare e a conoscere i Luoghi Morbelliani in Monferrato.

Il celebre pittore divisionista – di cui si ricorda in questo 2019 il primo Centenario della morte – è infatti stato fortemente legato al Monferrato, di cui ha immortalato nella sua lunga e brillante carriera artistica scorci e paesaggi indimenticabili ed annoverati tra le sue realizzazioni piu' celebri, ed in particolare alla sua dimora di Villa Maria in frazione Colma di Rosignano Monferrato, ove aveva studio e dove sono state realizzate molte delle sue opere maggiori, dalla givoane età e sino agli ultimi mesi della sua esistenza.

L'inaugurazione – nello scorso mese di marzo – alla Gam di Milano della straordinaria e frequentatissima Mostra dedicata ad Angelo Morbelli, e le contemporanee esposizione in due delle Gallerie d'Arte più note della capitale lombarda di altre tra le più celebri legate al territorio monferrino e rosignanese realizzate da Morbelli, hanno focalizzato sull'opera Morbelliana, e dunque sul Monferrato, l'interesse diffuso della stampa nazionale, con un moltiplicarsi di reportage, approfondimenti, richieste di informazioni e di viste nei "luoghi morbelliani" in Monferrato.

"Tutto ciò – è il commento del sindaco di Rosignano Monferrato, Cesare Chiesa – rappresenta una straordinaria opportunità ed una importante vetrina per il territorio rosignanese ed il Monferrato. I visitatori della Gam, ad esempio, hanno già a disposizione materiale promozionale redatto dall’Associazione Amis d’la Curma e dal Comune di Rosignano Monferrato, con informazioni su Villa Maria, sugli Infernot – Patrimonio Unesco e sui principali eventi rosignanesi. L'obiettivo è quello di incuriosire i visitatori e portarli a visitare il Monferrato partendo proprio dai luoghi morbelliani, valorizzati da una serie di iniziative, il cui calendario è in via di definizione, con appuntamenti a Rosignano ma non solo".

(Nella foto: Ritratto della moglie in costume monferrino . Angelo Morbelli, olio su tela)  

Il Centenario Morbelliano, oltre ad rappresentare  un momento in cui rendere omaggio ad un grande artista di fama internazionale che ha portato i paesaggi Monferrini nei principali musei e gallerie, vuole essere infatti un’occasione per incrementare le proposte di visita già presenti (come il Percorso Morbelliano alla Colma o le opere conservate presso il Museo Civico di Casale) in un’ottica che guardi oltre l’anno del Centenario.

In questo ambito la stretta sinergia tra il Comune di Rosignano Monferrato, l’Associazione Amis d’la Curma – il cui logo compare nella locandina della mostra stessa alla Gam e che attraverso il rosignanese Damaso Caprioglio ha preso gli utili contatti con Aurora Scotti, massima conoscitrice delle opere del Morbelli, e con la Gam di Milano in vista proprio del Centenario – ed il Comune di Casale Monferrato, renderanno fruibili sin da inizio maggio uno straordinario percorso artistico, paesaggistico e culturale che farà del Monferrato una meta importante del turismo di qualità.

Si inizia sabato 11 maggio con l'inaugurazione del rinnovato ed arricchito 'Percorso Morbelliano': uno straordinario percorso/passeggiata tra i paesaggi rosignanesi immortalati da Angelo Morbelli e arricchiti dalle riproduzioni di sue molteplici opere, che – partendo da Uviglie, sfiorando il centro storico di Rosignano, giungendo infine sino al  crinale verso Terruggia – ha come fulcro ideale la frazione Colma di Rosignano ove Angelo Morbelli aveva dimora, ancora proprietà della famiglia. E proprio a Villa Maria - dimora avita dei Morbelli – sarà anche visitabile lo Studio (restituito all'originale dignità dall'Ass. Amis dla Curma) e il giardino storico, rimasto pressoche' intatto nel  corso del tempo ed ora restituito all'antico splendore per l'intervento del Comune di Rosignano.

"Sarà come ritornare a ritroso nel tempo, vivere con l'Artista i colori, le suggestioni, le atmosfere do un tempo lontano ma che qui appaere immutato negli scorci paesaggistici, nei particolari dei luoghi e nei colori e nelle lineee delle colline : un fascino indescrivible che emoziona noi che ci viviamo e che certo rappresenterà una sensazione unica per i visitaori che ci raggiungeranno", commentano il sindaco Cesare Chiesa e la Presidente dell'Ass. Amis dla Curma Anita Rosso.

E questo è solo l'avvio di un progetto turistico-culturale molto più vasto e variegato che nei giorni e nelle settimane a seguire coinvolgeranno attivamente altri ambiti del Territorio Rosignanese, con mostre, rassegne, iniziative molptelici legate anche alla Kermesse di "Riso & Rose in Monferrato",  oltre che la stessa Città di Casale Monferrato con l'inaugurazione al Museo Civico di una inedita Mostra sui Paesaggi Morbelliani.

Per maggiori info, i turisti ed i visitatori  potranno fare riferimento ai siti ed agli uffici del Comune di Rosignano Monferrato, dell'Associazione Amis dla Curma e dell'Assocazione Pro Loco Rosignano.

Ricerca in corso...