Nuovo incarico al museo di Bergamo per Sabina Malgora

Affidato alla nota ricercatrice casalese un prestigioso lavoro per arricchire la vita culturale della città orobica

BERGAMO

(Da sinistra Vittoria Oglietti e Sabina Malgora - Foto Daniela Bardelli e Michele Alquati, Milano)

Dopo Alba, Merano, Pavia, Brescia alla famosa ricercatrice casalese Sabina Malgora, quale direttore del Mummy Project (www.mummyproject.it),è stato affidato un nuovo incarico lavoro per arricchire l’offerta culturale di una città. Questa volta si tratta di Bergamo!

Una delle città più martoriate dal Covid, non si arrende e continua a pensare al futuro non solo investendo nel sociale, ma lavorando anche nella cultura. È stato infatti annunciato che il Museo Civico Archeologico, diretto da Stefania Casini, uno dei più prestigiosi della Lombardia, ha deciso di rinnovarsi completamente. Posto all’interno della rocca, il punto più alto della città, sta affrontando importanti lavori strutturali che creeranno un museo nuovo e all’avanguardia.

Tutti i reperti, dalla Preistoria ai Longobardi troveranno spazio in un nuovo allestimento, ma la grande novità è che sarà creata una nuova sezione egizia con reperti oggi non esposti. Alla Malgora il grande compito di studiare la collezione egizia, scrivere il catalogo e progettare con il direttore del museo l’allestimento. Nel nuovo percorso museale, protagonista saranno una mummia ed il sarcofago, che saranno sottoposti a specifiche indagini per ricostruirne la storia e l’identità.

Il Mummy Project ha come settore di ricerca privilegiato lo studio delle mummie, riconosciuto in Italia dalla Medaglia d’Onore del Presidente della Repubblica e a livello internazionale.

Al suo fianco, ancora una volta, Vittoria Oglietti di Smov Comunicazione. Un compito grande per le due casalesi perché nel 2023 Bergamo sarà, con Brescia, città della cultura.

“In realtà, siamo al lavoro già da più di un anno – spiega la Malgora – e né la direttrice né noi, ci siamo fatte fermare dalla pandemia, ma abbiamo lavorato progettando e studiando. Questa è la dimostrazione che la cultura legata al turismo non è inferiore agli altri settori e va incentivata per non far morire l’economia”. Il progetto si chiama “Una mummia da salvare” che prevede una articolata raccolta fondi, a cui hanno aderito GP Batteries International leader nella produzione di batterie tradizionali, ricaricabili e powerbank (www.gpbatteries.com) e BPS srl , Consulenza e Servizi per l’Ambiente.

Ricerca in corso...