Cecilia Prete espone al Museo Galata

Un'opera dell'artista casalese nella mostra 'Codici. Leonardo… Un Mare di Invenzioni'

GENOVA

Da pochi giorni si è conclusa con successo la mostra internazionale 'Codici. Leonardo… Un Mare di Invenzioni', allestita presso la Galleria delle Esposizioni del Museo del Mare Galata di Genova, a cui ha partecipato l’artista casalese Cecilia Prete.

La rassegna d’arte creata per omaggiare Leonardo da Vinci, nel suo 500° anniversario, è stata inaugurata proprio il 2 maggio, giorno della morte del genio fiorentino.

L’esposizione, curata dai critici Pier Luigi Luise e Francesca Bogliolo con la direzione tecnica di Mario Fantaccione, è nata su un progetto ideato dal Circolo “Amici nell’arte” di Garlenda. L’esposizione ha visto circa 20 artisti italiani e stranieri confrontarsi con l’opera leonardiana, per dar vita a rielaborazioni personali capaci di spaziare tra pittura, grafica, scultura, ceramica, fotografia e installazione. 

L’opera presentata da Cecilia Prete è una tela 1x1 m. dipinta ad acrilico, che raffigura come nel suo stile, un gioco di parole e forme. Il soggetto emerso è un’interpretazione tra la celebre Monnalisa e il proprio autoritratto, citando Andy Warhol e la Pop Art. Questo lavoro ha ricevuto molti plausi dal pubblico e riconoscimenti dalla critica, tanto da esser stato scelto come sfondo delle interviste rilasciate dal direttore Fantaccione.

 

Altre opere di rilievo sono quelle di Carmen Spigno, artista sensibile e creativa capace di emozionare usando terre e resine naturali; Balàzs Berzsenyi, scultore ungherese il cui lavoro in bronzo e acciaio ingloba antichi libri regalando forti suggestioni tra presente e passato e la presenza di un’opera del trentino Augusto Garau, esponente del Movimento Arte Concreta ed allievo di Atanasio Soldati, la cui tela “Senza titolo”, grazie a geometrie a tinte piatte, pare suggerire lettere o tracciati di percorsi che come dei ganci, collegano e tengono uniti nel tempo, visitatori, artisti e tematiche d’arte e di vita.     

Questa mostra, dal museo marittimo più grande del Mediterraneo (12.000 mq di esposizione),noto anche per aver ricevuto 2 stelle del Touring Club Italiano ed esser stato inserito nella prestigiosa guida “The New York Times 36 ore 125 weekend in Europa”, proseguirà in altre location in Italia e all’estero. 

In questa occasione l’evento è stato patrocinato da: Regione Liguria, Comune di Genova, MuMa – Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni, Associazione Promotori Musei del Mare e della Navigazione, Solidarietà e Lavoro, Costa Edutainment Experience e SanPaolo Invest, Cafè Matteotti Albenga e MoMart Guest House Andora.

Elenco artisti invitati:

- Pittori: Aicardi Maidè, Botto Cesare, Dabbene Mario, Demicheli Maria Pia, Garau Augusto, Giraudo Annamaria, Guerin Michel, Håkensen Guro, Lombergar Domen, Prete Cecilia, Proietto Giovanni, Spigno Carmen

-I ncisori: Tinazzi Luisa

- Scultori: Berzsenyi Balàzs, Canepa Luigi, Massenet Véronique

- Ceramisti: Cau Pietrina, Fantini Fabrizia, Massa Caterina, Plaka Ylli,

- Fotografi: Moncada Maurizio, Pellicanò Francesco

Ricerca in corso...