CLOSE X

'Cattolici, Resistenza e Italia repubblicana in Piemonte e in Monferrato'

Giovedì 20 aprile, in sala Cavalla, incontro con Marta Margotti e Sergio Favretto

CASALE MONFERRATO -

Il silenzio e l’assenza pressoché totale dei cattolici democratici nella vita politica italiana di oggi, con la grande eccezione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, rende ancor più difficile ai giovani italiani la comprensione di quel che è stata la straordinaria avventura politica di tanti ventenni e trentenni della nostra terra provenienti dalle file dell’Azione Cattolica e degli oratori che hanno scelto 70 anni fa coraggiosamente prima la via della Resistenza e poi l’impegno politico diretto quasi sempre nelle file della Democrazia Cristiana.

Per raccontare nei pressi del 25 aprile il coraggio e la forza di coloro che con il martirio vero e proprio o con il grande quotidiano sacrificio di sé furono testimoni di un grande trapasso culturale e spirituale verso l’Italia della democrazia e della libertà repubblicana, “Cantiere Speranza” ha progettato un appuntamento d’eccezione: il dialogo tra la professoressa Marta Margotti , esperta di storia dei movimenti politici del 900 e l’avvocato e storico Sergio Favretto, forse il casalese che più di altri in questi anni ha approfondito il contributo dei cattolici monferrini alla Resistenza.

Alla serata sono invitati tutti coloro che sentono la necessità di costruire una memoria comune in città, sul territorio ed in Regione circa il mondo della resistenza nei suoi rapporti con la realtà successiva dell’Italia Repubblicana.

Marta Margotti insegna Storia contemporanea all’Università degli studi di Torino. Nelle sue ricerche si è occupata di storia del giornalismo, storia sociale e storia delle migrazioni, curando studi sulle vicende del cattolicesimo in Italia e in Francia. Oltre a numerosi saggi e articoli, ha pubblicato “L’Italia” di Lazzati. Il quotidiano cattolico milanese agli inizi degli anni ’60 (Franco Angeli, Milano 1993); Preti e operai. La Mission de Paris dal 1943 al 1954 (Paravia, Torino 2000); Du mot à l’action. Histoire et analyse linguistique de “La France pays de mission?” (con Rachele Raus, Aracne, Roma 2008); La fabbrica dei cattolici. Chiesa, industria e organizzazioni operaie a Torino (1948-1965) (Fondazione Vera Nocentini, Torino 2012); Religioni e secolarizzazioni. Ebraismo, cristianesimo e islam nel mondo globale (Rosenberg & Sellier, Torino 2012). Sta curando la pubblicazione del volume La rivoluzione del Concilio. La contestazione cattolica negli anni Sessanta e Settanta (con Silvia Inaudi, Studium, Roma).

Sergio Favretto, casalese, avvocato del Foro di Alessandria, è attualmente Giudice onorario al Tribunale di Torino, nella III° sezione penale.

E’ autore di numerose pubblicazioni relative ad argomenti di carattere giuridico- economico ed è specializzato in storia della Resistenza soprattutto del nostro territorio. Ricordiamo tra tutti il volume del 2015 “Fenoglio verso il 25 aprile. Narrato e vissuto in Ur partigiano Johnny” edito da Falsopiano e “Resistenza e nuova coscienza civile“ edito nel 2009 sempre dalla Falsopiano Edizioni. Collabora con la rivista “Rassegna Economica” , pubblicazione della Camera di Commercio di Alessandria.   

Ricerca in corso...