Antipodes: la visita alla chiesa di San Giovanni Battista di Ponzano

Le uscite di formazione riprenderanno il 4 settembre, dopo la pausa agostana

PONZANO

La quinta uscita di approfondimento per i volontari per l’arte e per gli appassionati del territorio promossa dall’associazione Antipodes ODV ha avuto luogo sabato 31 luglio presso la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista di Ponzano.

Pur essendo a conoscenza della presenza di una antica pieve realizzata tra XIII e XIV secolo, l’attuale edificio fu costruito a partire dalla seconda metà del ‘600 venendo poi restaurato e modificato, soprattutto nelle decorazioni interne, nel corso dei secoli successivi.

È stato possibile ammirare, entro barocche cornici in stucco, le due belle tele attribuite dalla storiografia a Lorenzo Guala, padre del più noto Pier Francesco, rappresentanti la Madonna del Rosario (sull’altare a sinistra) e i Santi Antonio e Vincenzo a destra. Se piuttosto note erano le vicende storico-artistiche legate alle tele, per quanto non perfettamente leggibili in ogni loro parte a causa delle condizioni conservative, è stato proprio in occasione della preparazione dell’uscita di formazione che si è potuto rintracciare la pregevole statua del Gesù Bambino dormiente nell’elenco dei beni personali donati alla parrocchia a fine del XX secolo dall’allora parroco don Piero Oddone.

Dopo aver ammirato da vicino le pitture murarie del presbiterio, la visita alla chiesa si è conclusa con la visione di due arredi di straordinaria bellezza e originalità: si tratta dell’aquila montata in una consolle e il trono del negus di Etiopia Hailé Selassié giunte nel piccolo comune monferrino grazie al maresciallo Ugo Cavallero in circostanze che meriterebbero ancora di essere approfondite.

L’uscita, condotta da Manuela Meni, è stata animata da un intenso scambio di informazioni e di ricordi con i numerosi presenti grazie anche alla partecipazione del sindaco, Paolo Lavagno, e di alcuni suoi concittadini che hanno permesso di approfondire la vita più recente della chiesa e della sua comunità. Il momento di reciproco scambio e di condivisione si è concluso con una fresca passeggiata nei curatissimi giardini di Villa il Cedro, a pochi passi dalla parrocchiale. Per la buona riuscita del quinto appuntamento si ringraziano, oltre ai presenti, il parroco don Giorgio e il sagrestano Alin per l’ospitalità, la comunità, il primo cittadino e i signori Gaiero per l’accoglienza e la condivisione di memorie e di racconti.

Per il mese di agosto le uscite di formazione saranno sospese; si riprenderà sabato 4 settembre alle ore 10.00 con la visita alla chiesa parrocchiale di San Sebastiano a Serralunga di Crea. Anche il Museo del Duomo di Casale chiuderà per tutto il mese per la consueta pausa estiva, mentre la Cattedrale rimarrà, come sempre, aperta e visitabile, salvo funzioni, tutti i giorni della settimana.

È possibile richiedere informazioni sui prossimi eventi culturali diocesani all’indirizzo mail antipodescasale@gmail.com oppure attraverso le pagine Facebook e Instagram “Museo del Duomo di Casale Monferrato”.

Ricerca in corso...