A Pontestura si ricorda Giuliano Giorcelli con la pubblicazione della sua opera postuma su cave e fornaci

Sabato 18 maggio alle ore 16 presso il teatro Verdi verrà presentato il libro 'Calce, cemento e laterizi a ovest di Casale Monferrato dal 1800 al 2000'

PONTESTURA

Sabato 18 maggio alle ore 16 presso il teatro Verdi di Pontestura verrà presentato il libro Calce, cemento e laterizi a ovest di Casale Monferrato dal 1800 al 2000 scritto da Giuliano Giorcelli, lo studioso di storia locale di Quarti che pubblicò diversi volumi sulla storia di Pontestura e del Monferrato e che morì prematuramente nel gennaio dello scorso anno.

Il libro, frutto di lunghe ed approfondite ricerche portate avanti da Giuliano nei due anni che hanno preceduto la sua morte, è stato pubblicato dal Comune di Pontestura e curato come opera postuma dagli amici con cui egli condivideva la passione per la storia locale e le ricerche nell’ambito dell’Archivio Storico Comunale di Pontestura. Il gruppo, conosciuto con il nome di “Compagnia della Polvere”, è composto da Gianni Pasino, Renato Pugno, Antonella Ricci e Francesco Romanello.

Alla morte di Giuliano, gli amici hanno recuperato quanto lui aveva già scritto e lo hanno assemblato, revisionato e corredato da una bella raccolta di immagini, alcune delle quali realizzate da Renato Pugno, pittore pontesturese che si ispira alle ricerche della Compagnia della Polvere per i soggetti dei suoi dipinti.

Giuliano Giorcelli, che aveva già trattato per conto del comune di Coniolo il tema delle miniere e aveva collaborato alla realizzazione del locale museo, aveva iniziato questo nuovo lavoro con l’obiettivo di esplorare la storia mineraria e produttiva dei territori di Pontestura e di Camino, che non erano ancora stati trattati nelle altre pubblicazioni sull’argomento.

Per quanto riguarda il tema delle miniere, il testo ne esplora infatti la storia nelle zone di Quarti e di Brusaschetto, entrambe località in cui l’attività mineraria ha avuto per decenni un’importanza primaria. Il libro include inoltre un ampio capitolo di descrizione dell’ambiente della miniera e del lavoro dei minatori, scritto dal Giorcelli con la consulenza di Renzo Martinotti, di origine coniolese e grande conoscitore dell’argomento.

Oltre alle miniere, l’opera prende in esame il tema delle fornaci che storicamente hanno caratterizzato l’economia di Pontestura, nonché quello dell’estrazione della ghiaia dal Po, altra attività fiorente nel paese monferrino fino al secondo dopoguerra.

La presentazione del volume, a cui interverrà il prof. Dionigi Roggero, sarà per il Comune di Pontestura l’occasione per commemorare la figura di Giuliano Giorcelli a poco più di un anno dalla morte.

Al teatro Verdi sarà anche allestita una mostra di immagini e di oggetti legati ai contenuti del libro, mostra che sarà visitabile anche domenica 19 maggio dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.

Ricerca in corso...