Omicidio Juvara: confermata in appello la condanna a sedici anni di reclusione

Il medico venne ucciso a coltellate dal collega Massimiliano Ammenti all'alba del 21 giugno 2017

CASALE MONFERRATO

La Corte d'Appello di Torino ha confermato la condanna inflitta in primo grado a sedici anni di reclusione a Massimiliano Ammenti, il medico dell'ospedale Santo Spirito che, all'alba del 21 giugno 2017, uccise con una serie di coltellate il collega medico Andrea Juvara. dopo essere penetrato nella sua abitazione a Rosignano Monferrato.

Rimane confermata dunque la pena che era stata richiesta dal pubblico ministero e accolta dal gup, nel rito abbreviato celebrato a Vercelli nel luglio 2018.

Il delitto all'epoca suscitò enorme scalpore: il movente era da ricercare, secondo le indagini condotte tempistivamente dai carabinieri coordinati dal pm Roberta Brera (il caso fu risolto nel giro di poche ore),in un profondo rancore covato da Ammenti verso il collega Juvara che esplose nella notte fra il 20 e il 21 giugno in maniera così tragica ed efferata.

Ricerca in corso...