Cordoglio per la scomparsa di Roberto Morbelli

Pronipote del grande pittore divisionista Angelo Morbelli si era sempre impegnato per tenerne viva la memoria. Aveva 68 anni. Lunedì 2 dicembre, alle 10.30, il funerale nella chiesa di Porta Milano

CASALE MONFERRATO

Profondo cordoglio in città e nel Monferrato per la scomparsa di Roberto Morbelli, 68 anni, raffinato intellettuale monferrino, originario di Rosignano, pronipote del grande pittore monferrino Angelo Morbelli del quale contribuiva a tenere viva la memoria, partecipando alle iniziative a lui dedicate e permettendo la visita alla studio, alla Colma.

Da tempo malato, anche in quest'anno di sofferenza aveva seguito con passione e competenza le iniziative per il Centenario Morbelliano a Rosignano, la mostra dedicata ad Angelo Morbelli al Museo Civico e una delle sue ultime apparizioni pubbliche era stata alla cerimonia di intitolazione dell'indirizzo artistico del 'Leardi' (foto in alto) proprio ad Angelo Morbelli: in quell'occasione aveva riservato anche una sorpresa al pubblico presente mostrando la prima opera realizzata dal bisnonno all’età di 13 anni, che raffigurerebbe, secondo le ricostruzioni più accreditate, la casa del poeta tedesco Goethe.

Lascia la moglie Tiziana, i figli Alessandro e Marco. Il rosario sarà recitato domenica 1 dicembre, alle 19, nella chiesa di Porta Milano dove lunedì 2 dicembre, alle 10.30, sarà celebrato il funerale.

Anche il sindaco di Casale Monferrato, Federico Riboldi, ha voluto ricordarlo con queste parole: “Porgendo le più sentite condoglianze alla famiglia, a nome mio, dell'Amministrazione comunale e della città di Casale Monferrato, è doveroso ricordare e ringraziare Roberto Morbelli, che ha contribuito fin dal 1995, anno di apertura del Museo Civico, ad arricchire le collezioni con il deposito ultraventennale della prestigiosa collezione di dipinti del grande artista maestro del divisionismo Angelo Morbelli”.

“In particolare durante questo ultimo anno lo ricordiamo molto impegnato durante il centenario della morte del pittore, prima celebrato con l'importante  mostra milanese alla Gam e in seguito con le manifestazioni indette dal Comune di Casale Monferrato che hanno portato alla mostra al Museo Civico della scorsa estate, mostra a cui collaborò attivamente con un testo in catalogo, con la disponibilità a ospitare studiosi alla casa-studio alla Colma e a mettere a disposizione documenti d'archivio e immagini”.

“Lo ricordiamo ancora al museo in occasione della chiusura della mostra, a fine settembre, e all'inaugurazione del nuovo Liceo Artistico, che porta il nome di famiglia, aperto recentemente all'Istituto superiore Leardi”.

“Salutiamo e ringraziamo, quindi, Roberto Morbelli per il suo grande amore per il nostro, e suo, territorio, che ha saputo valorizzare e far conoscere a livello nazionale e internazionale”.

Ricerca in corso...