Compiono due furti in città, arrestati a Genova

Lei ruba un cellulare a una donna in negozio, lui una borsa nel parcheggio di un supermercato. Individuati dalla Polizia sono stati poi arrestati nel capoluogo ligure per reati analoghi

CASALE MONFERRATO

Nei giorni scorsi gli Agenti del Commissariato di Casale Monferrato hanno segnalato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Vercelli, H.E., cittadina marocchina di 30 anni ed E.R., cittadino italiano di 35 anni, entrambi dimoranti in città, in quanto responsabili di furti aggravati ai danni di due donne casalesi.

Nello specifico, verso la fine di novembre H.E. si era introdotta all’interno di un negozio in via Roma e si era impossessata fraudolentemente del telefono cellulare di una signora presente per poi darsi repentinamente alla fuga. Sebbene la proprietaria del telefono si fosse accorta della presenza della giovane, solo in un secondo momento si era resa effettivamente conto dell’ammanco, richiedendo l’intervento della Polizia.

Giunti celermente sul posto, gli operatori hanno preso contatto con la richiedente e hanno acquisito fin da subito i filmati dell’impianto di videosorveglianza presente nell’esercizio. Visionate le immagini, gli operatori hanno riconosciuto H.E., già nota a quegli uffici a causa dei suoi precedenti.

Dall’attività d’indagine, gli Agenti hanno appurato anche la partecipazione di un complice il quale, rimasto all’esterno dell’attività commerciale, ne sorvegliava l’ingresso fungendo da “palo”.

La visione delle immagini dell’impianto di videosorveglianza hanno permesso inoltre agli operatori di risalire all’autore di altro furto avvenuto qualche giorno prima nei pressi del supermercato Esselunga.

Più precisamente l’uomo si aggirava nel parcheggio del supermercato in attesa dell’uscita di una cliente che, subito dopo esser salita a bordo del proprio veicolo, è stata derubata della propria borsa riposta nel bagagliaio. Grazie alla comparazione dei filmati acquisiti in occasione di entrambi i fatti delittuosi, gli operatori sono riusciti ad identificare il malfattore, in quanto in ambedue le circostanze indossava gli stessi capi di abbigliamento.

Per questi episodi gli Agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Casale Monferrato si sono messi alla ricerca di H.E. e di E.R., risultati però assenti presso le rispettive abitazioni.

Il giorno seguente, gli stessi sono tratti in arresto a Genova, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale del capoluogo ligure, in relazione ad analoghi reati commessi in quel centro negli ultimi mesi.

 

Ricerca in corso...