Addio ad Angelo Muzio, sindaco di Frassineto. Giovedì camera ardente in Comune e funerali nella chiesa di Sant'Ambrogio

Il noto politico era stato a Roma per un decennio (sia alla Camera che al Senato) e ricopriva l'incarico di vicepresidente della Provincia

FRASSINETO PO -

È scomparso improvvisamente in mattinata Angelo Muzio, vicepresidente della provincia di Alessandria, sindaco di Frassineto Po, segretario della sezione cittadina del Partito Democratico (da cui era dimissionario) e a lungo parlamentare (prima deputato e poi senatore a Roma). Aveva 59 anni.

Cresciuto nel sindacato è stato eletto per la prima volta alla Camera dei deputati nel 1992 nelle fila di Rifondazione Comunista ed è riconfermato nel 1994 e nel 1996. Nel 1998 aderisce al Partito dei Comunisti Italiani. Nel 2001 è eletto al Senato nelle file de L'Ulivo in quota PdCI e tuttavia ha poi aderito ai Verdi per consentire loro la costituzione di un gruppo parlamentare autonomo. Dal 2006 ha lasciato il Senato per dedicarsi alla politica locale.

Era ancora molto attivo: nei giorni scorsi aveva seguito, con la competenza e la passione di chi aveva sempre avuto a cuore gli interessi dei lavoratori, gli sviluppi della vertenza Mondial.

Giovedì 19 gennaio, a partire dalle 8.30, sarà allestita la camera ardente presso il comune di Frassineto Po. Alle 11.30 presso la chiesa di Sant'Ambrogio sarà celebrato il funerale. La salma sarà poi trasferita a Valenza per la cremazione.

 

Ricerca in corso...