Seimila visitatori per il Mercatino dell'Antiquariato di gennaio

Un'edizione che ha visto un’insolita esposizione di pezzi etnici, tra maschere africane e ritratti di imperatori cinesi

CASALE MONFERRATO

Poco meno di seimila visitatori per l’edizione di gennaio del Mercatino dell’Antiquariato di Casale Monferrato.

Per la precisione 5968 ingressi, contati dai volontari dell’Associazione Italiana Sicurezza Ambientale che all’entrata della manifestazione hanno contribuito a contingentare l’afflusso, secondo le disposizioni di questa nuova emergenza Covid. 

Un numero di persone comunque decisamente importante per una edizione che non ha tradito le attese del pubblico. 

Come in ogni settore della vita pubblica anche il numero degli espositori di questa edizione ha avuto una riduzione dovuta a diversi commercianti bloccati a casa dalla quarantena. I circa 220 banchi presenti hanno comunque mostrato molte cose interessanti.

È stato un antiquariato che ha avuto un’insolita esplosione di pezzi etnici, tra maschere africane e ritratti di imperatori cinesi, mentre per restare su quanto di più tipicamente Italiano possibile segnaliamo la curiosa raccolta di cartelli pubblicitari e insegne di un espositore di Mortara su cui spiccava la gigantesca pubblicità degli anni 90 di una giovane Valeria Marini.

Ricerca in corso...