'Posso scegliere di non agire violenza'

Presentato alla scuola media 'Dante' un progetto rivolto ad educare contro la violenza di genere, promosso da L'Albero di Valentina e Il Cerchio degli Uomini

CASALE MONFERRATO

'Posso scegliere di non agire violenza' è il titolo di un progetto rivolto ad educare contro la violenza di genere che coinvolgerà, a partire da venerdì 21 febbraio, i ragazzi delle classi seconde della scuola media 'Dante Alighieri'.

Un progetto impegnativo e ambizioso, offerto alla scuola dall'associazione L'Albero di Valentina in collaborazione con Il Cerchio degli Uomini, associazione di Torino che studia il fenomeno della violenza sulla donne da un punto vista di maschile, cercando di comprendere e agire sul processo e sui meccanismi che spingono un uomo ad usare violenza nei confronti di una donna, studiandone le possibili soluzioni.

L'iniziativa è stata presentata questo pomeriggio, martedì 11 febbraio, alla scuola media 'Dante', alla presenza del dirigente scolastico Claudio Simonetti, di Bruna Casati, Gabriella Bionda e Giampaolo Cavalli dell'Albero di Valentina e del curatore Domenico Matarozzo, counselor presso l'associazione 'Il Cerchio degli Uomini). Presente anche l'assessore alle Pari Opportunità Daniela Sapio.

“Il femminicidio ha assunto le dimensioni di un bollettino di guerra, e la risposta che una scuola può offrire per contrastarlo è la formazione”, ha spiegato il 'padrone di casa', il dirigente scolastico Claudio Simonetti.

Domenico Matarozzo ha poi illustrato i contenuti del progetto, delineando la cornice culturale in cui si inquadra il fenomeno della violenza sulle donne, perché tutto parte dalla cultura di cui è impregnata una società: “Non è solo una guerra, è qualcosa di peggio perché una guerra finisce mentre i fenomeni culturali sono molto più lenti a evolversi. E il femminicidio è peggio di un omicidio, perché una donna viene deliberatamente uccisa in quanto tale. Direi, anzi, che i tempi stanno peggiorando: il raptus capita solo nel 5% dei casi, nella maggioranza dei casi il femminicidio è frutto di una scelta”.

Il progetto 'Posso scegliere di non agire violenza' si rivolgerà alle classi seconde della media 'Dante', in sei incontri (dodici ore complessive) a partire da venerdì 21 febbraio, suddivisi in tre incontri nel periodo primaverile e in tre nel periodo autunnale. L'obiettivo è costruire, in ragazzi ancora molto giovani e quindi molto recettivi a questo tipo di messaggi, “una mappa per le buone relazioni”.

Ricerca in corso...