Ponzano Monferrato: domenica 28 giugno una giornata fra fiori e paesaggio

Il Comune Fiorito celebra il Giardino Diffuso, inaugura la Ballerina del Monferrato e promuove visite gratuite ai giardini di quattro dimore storiche

PONZANO MONFERRATO

Bellezza e cura del territorio: ecco da dove si riparte a Ponzano Monferrato, borgo nel quale domenica prossima 28 giugno arriverà una giornata ricca di iniziative di tributo al paesaggio. Le occasioni sono diverse: la ricorrenza del sesto compleanno Unesco, l’intensa attività di “infioramento” eseguita sul territorio sull’onda dei “Comuni Fioriti”, l’inaugurazione della grande installazione fiorita “La Ballerina del Monferrato” e la riaperturadei giardini di quattro castelli e dimore storiche situate a Ponzano Monferrato. 

(Il Castello di Ponzano)

Si comincerà nella mattinata in piazza Marconi con ritrovo alle ore 10.30 presso il Municipio per il saluto delle autorità. A fare gli onori di casa il sindaco Paolo Lavagno che presenterà le iniziative messe in atto in questi anni ed in particolare proprio nelle ultime settimane per rendere il paese più accogliente. Seguiranno gli interventi diGianfranco Comaschi e Roberto Cerrato (rispettivamente presidente e direttore dell’Associazione Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato) in omaggio al sesto compleanno Unesco, Corrado Calvo (presidente della Fondazione Ecomuseo della Pietra da Cantoni),Sergio Ferraro e Luca Zanellati (rappresentanti di Asproflor) e Rosalia Grillante (Comuni Fioriti). 

(Il Castello di Salabue)

Domenica Ponzano Monferrato diventa ufficialmente un borgo dal “giardino diffuso” grazie agli spazi fioriti delle dimore storiche che hanno portato nel 2011 alla Denominazione Comunale (non di carattere gastronomico bensì paesaggistico) da parte del Club di Papillon ma anche grazie ai molti spazi contrassegnati dalla presenza di fiori e cura del verde e di punti attrezzati per poter ammirare la bellezza del paesaggio. Ponzano Monferrato dal 2018 è nella lista dei Comuni Fioriti e dal 2019 costituisce uno dei 47 comuni in Italia a potersi fregiare del marchio “Qualità dell’Ambiente di Vita” soddisfacendo i parametri di ordine e pulizia, raccolta differenziata, ecologia oltre che ad avere un censimento degli alberi storici. 

(La cornice di Salabue)

All’ottenimento del riconoscimento un particolare impulso è stato dato soprattutto dal comprovato e attivissimo coinvolgimento degli abitanti della comunità ponzanese, un impegno corale che ha permesso di raggiungere gli standard previsti. Grazie al lavoro di numerosi volontari, della locale Pro Loco e del Comune, sono rifioriti angoli e aiuole del paese con la messa a dimora di rose ed altre varietà, anche nei vecchi pozzi dell’acqua pubblica, risistemati ed ora ricchi di colori e profumi. Oltre all’installazione della Cornice Rotante a Ponzano, in località Monte Oliveto, nei pressi dell’Azienda Agricola Nazzari, da cui si ammira il paesaggio verso Crea e verso il moncalvese, grazie alla cooperazione dell’Azienda Agricola Il Girasole è recentemente stata collocata una nuova Cornice Panoramicaa Salabue: la si raggiunge dalla Stazione di Salabue risalendo verso l’abitando ed è opportunamente segnalata e dotata di area di sosta. Da qui si può godere una suggestiva vista verso Crea e il Castello di Salabue.

(La Ballerina del Monferrato)

Infine a dare il benvenuto in piazza Marconi vi è appunto “La Ballerina del Monferrato” che domenica godrà di una speciale inaugurazione proprio a passi di danza: nei pressi della maestosa struttura fiorita, alta più di due metri e raffigurante una danzatrice con un vestito di fiori “cucito” appositamente da Asproflor, si potrà infatti assistere ad un omaggio alla danza classica a cura di Ena Naranjo, esperta di perfezionamento nella danza, da moltissimi anni attiva nel Monferrato dove svolge la sua attività di preparazione di danzatori nonché giudice presso numerosi concorsi internazionali. Con lei giungerà a Ponzano la giovane Marta Cavallo, ballerina cuneese, vincitrice di varie competizioni internazionali di danza sotto la guida della stessa Ena Naranjo. 

(La dimora Al Sagittario)

La mattinata si concluderà con i saluti finali e con l’arrivederci al pomeriggio per l’apertura dei giardini di quattro ville storiche del paese: le dimore Al Sagittario, Castello Cavallero e Il Cedro a Ponzano Monferrato e il Castellodi Salabue. I visitatori potranno prendere parte a visite guidate gratuite fra le ore 14 e le ore 18, tenute dagli operatori turistici di Ponzano. Il pomeriggio sarà anche l’occasione per ammirare e fotografare autonomamente i vari angoli fioriti del paese, le due cornici rotanti a Ponzano e Salabue, le tre panchine rosse e le altrettante arcobaleno, disposte nel paese, ed ancora concedersi degustazioni di vini e tipicità presso l’Azienda Agricola Nazzari che sarà aperta per l’occasione.

(Villa Al Cedro)

In primo piano vi sarà anche la sicurezza nei tour: i visitatori potranno trovare in piazza Marconi, nei pressi del Municipio, la postazione di benvenuto che farà da utile regia delle visite guidate, programmate con turni per gruppi ristretti, fornendo indicazioni sui tempi di accesso alle varie dimore e suggerendo, di volta in volta, a quali fra le quattro poter accedere per non accumulare attese e, allo stesso tempo, consentire di evitare assembramenti. Inoltre all’ingresso di ogni dimora (e dell’area dell’inaugurazione della mattinata) i visitatori, ai quali è richiesto soltanto di essere dotati della propria mascherina, troveranno appositi gel igienizzanti a loro uso.

Per informazioni e prenotazioni: Tel. 366 2815499.

Ricerca in corso...