Per la Notte Rosa anche l'Enoteca del Monferrato si tinge di rosa

E nel pomeriggio c'è una 'Wikigita', aperta a tutti: un percorso tra Gipsoteca e città per riscoprire i numerosi monumenti di Leonardo Bistolfi

CASALE MONFERRATO

Sabato 9 settembre, in occasione della Notte Rosa di Casale Monferrato, anche i locali dell’Enoteca Regionale del Monferrato, situati all’interno del Castello, si tingeranno di rosa. Per l’occasione infatti dieci produttrici di vino del Monferrato proporranno in degustazione le loro eccellenze in una serata all’insegna del piacere e della formazione nelle sale del Torrione Nord della fortezza.

Al costo di 20 euro a partecipante si potrà prendere parte ad un percorso guidato per comprendere le sfumature delle singole lavorazioni locali e anche gustare, incluso nel prezzo, un buffet con verdure grigliate, agnolotti, salumi, formaggi e dolci di produzione monferrina.

Per partecipare si consiglia la prenotazione al numero 348 0435097 e contattando la pagina Facebook dell’Enoteca Regionale del Monferrato. È inoltre possibile partecipare, fino a esaurimento posti, presentandosi direttamente al Castello sabato dalle 19,30 alle 21,30.

WIKIGITA PRIMA DELLA NOTTE ROSA

Casale Monferrato non solo è la città natale di Leonardo Bistolfi, scultore di fama internazionale vissuto tra Otto e Novecento, ma è custode di gran parte della sua gipsoteca conservata fino alla sua morte nel grande studio di La Loggia vicino a Torino.

Allestita oggi nelle sale al pian terreno dell'ex Convento di Santa Croce, sede del Museo Civico, la Gipsoteca restituisce al visitatore un'immagine esaustiva del lavoro dello scultore, sia nelle sue fasi creative sia restituendo la molteplicità di committenze e opere realizzate durante la sua lunga carriera.

Una visita in Gipsoteca permette di comprendere come nasce una scultura, a partire dall’idea realizzata dall'artista nel bozzetto in terracotta, fino al modello in gesso attraverso cui si giungerà alla scultura finale realizzata in marmo o in bronzo.

Sono infatti i monumenti e le sculture scolpite nel marmo o fuse nel bronzo che troviamo all'aria aperta a far bella mostra di sé da così tanti anni che spesso non ci accorgiamo più di loro. Ecco perché il Museo Civico, aderendo all'iniziativa di Wiki Loves Monuments, propone per la ricca giornata di eventi della Notte Rosa, sabato 9 settembre alle ore 17 una "Wikigita", aperta a tutti: fotografi professionisti, appassionati o semplicemente curiosi, un percorso tra Gipsoteca e città per riscoprire i numerosi monumenti di Leonardo Bistolfi che ancora oggi si trovano più o meno visibili nelle vie cittadine. Un percorso pensato per raccontare storie e riscoprire personaggi e vicende casalesi in cui i partecipanti potranno fotografare e partecipare al concorso promosso da WikiMedia.

Wiki Loves Monuments è il più grande concorso fotografico al mondo. I cittadini di più Paesi a livello globale – tra cui, dal 2012, l’Italia – sono invitati a documentare, valorizzare e tutelare le bellezze del patrimonio culturale, condividendo i propri scatti con licenza libera (CC BY SA 4.0) su Wikimedia Commons, il grande database multimediale di Wikipedia. Le immagini andranno ad arricchire le pagine dell’enciclopedia online più diffusa nel mondo e saranno riutilizzabili gratuitamente da parte delle istituzioni stesse per ogni scopo, anche commerciale.

Il concorso si svolge ogni anno dall’1 al 30 settembre; possono partecipare gratuitamente persone di ogni età, con un numero illimitato di fotografie. La partecipazione all’iniziativa è gratuita. Punto di ritrovo: Museo Civico (via Cavour 5). Maggiori informazioni sull’iniziativa Wiki Loves Monuments si possono trovare al sito http://wikilovesmonuments.wikimedia.it/.

Inoltre il Museo Civico nella serata del 9 settembre sarà aperto gratuitamente in orario serale, dalle 21 alle 24 in occasione della “Notte Rosa”. Sarà quindi possibile visitare in orario insolito le collezioni del Museo; alle 21,30 il personale del Museo terrà una visita guidata gratuita alla Gipsoteca Bistolfi.

Ricerca in corso...