Palazzetti: 'Ormai la questione amianto è entrata nell'agenda di governo e parlamento'

Il commento del sindaco dopo il positivo incontro con la commissione del Senato

CASALE MONFERRATO

«La questione amianto è entrata nell’agenda politica del Governo e del Parlamento: un risultato importante per Casale Monferrato, il territorio e per tutti i luoghi che, purtroppo, devono fare i conti quotidianamente con la fibra killer. L’audizione ad Alessandria e la visita in città della Commissione Infortuni sul lavoro del Senato dei giorni scorsi ne è la dimostrazione concreta e di questo ringrazio la presidente Camilla Fabbri e tutti i componenti per la sensibilità e l’impegno dimostrati nei confronti del nostro territorio». Con queste parole il sindaco di Casale Monferrato, Titti Palazzetti, commenta gli incontri avvenuti tra lunedì e ieri, 8 e 9 giugno, con i componenti della Commissione del Senato: la presidente Camilla Fabbri, Daniele Borioli, Nicoletta Favero, Erica D’Adda, Serenella Fuksia ed Emanuela Munerato.

Ad Alessandria, nella giornata di lunedì, la Commissione ha avviato, in Prefettura, una serie di audizioni con tutti gli attori che, a vario titolo, si occupano di amianto: si è parlato di ricerca, di cure e di bonifica. Sul tavolo anche lo sblocco definitivo dei 65 milioni di euro per la bonifica totale del territorio casalese, con l’impegno del senatore alessandrino Borioli di verificare, una volta tornato a Roma, quali siano le criticità su questo aspetto.

«Ad Alessandria – spiega il sindaco Titti Palazzetti, che era accompagnata dalla dirigente del settore Ambiente, Carla Coggiola – abbiamo esposto la situazione attuale della lotta all’amianto, l’impegno dell’Amministrazione casalese e di quelle del territorio per una rapida ed efficace bonifica e il piano e le azioni in programma per i prossimi anni. Siamo certi che la Commissione si farà portavoce delle nostre esigenze, a partire dalla necessità dello sblocco del Patto di Stabilità per tutte le spese legate alla bonifica, attualmente previsto solo per il 2015».

La Commissione ha voluto poi visitare, nella giornata di ieri, l’Hospice Germano Zaccheo, vera eccellenza per le cure palliative ai malati di mesotelioma: oltre al sindaco Titti Palazzetti, ad accogliere i senatori c’erano la responsabile Daniela Degiovanni, con tutto lo staff sanitario e medico, e il direttore del centro amianto Massimo D’Angelo.

«È stato un incontro molto intenso – racconta il sindaco Palazzetti – in cui i senatori della Commissione Infortuni sul lavoro hanno potuto vedere e conoscere nel dettaglio il fondamentale e prezioso lavoro svolto dalla struttura casalese. Questo territorio è all’avanguardia su tutti i fronti della lotta all’amianto: un percorso che non è stato facile e che dovrà proseguire con tenacia e determinazione, perché per raggiungere risultati concreti si deve continuare a lavorare con condivisione e coesione, così come stiamo facendo».

Redazione On Line
Ricerca in corso...