Open day e incontri di indirizzo: il ricco carnet di appuntamenti al 'Balbo'

Partiti gli incontri rivolti a genitori e alunni dei futuri iscritti. Porte aperte all'istituto domenica 17 dicembre e sabato 13 gennaio

CASALE MONFERRATO

Domenica 17 dicembre 2017 (10-12 e 15-17) e sabato 13 gennaio 2018 (10-13 e 15-17) ritornano gli open day dell'Istituto di Istruzione Superiore 'Balbo', mentre si stanno svolgendo i tradizionali incontri per indirizzi (già classico il 4 dicembre e linguistico il 5; seguiranno le scienze umane l’11 dicembre e lo scientifico il 12, sempre alle 17:30)

Tra le novità più significative di quest'anno il consolidamento istituzionale dell’insegnamento curricolare del cinese al Liceo linguistico (grazie al rinnovo della convenzione con l’Istituto “Confucio” e il Ministero) che internazionalizza sempre più la nostra scuola (curricolari inglese, francese, tedesco, spagnolo, sempre con docenti di madrelingua; corsi di potenziamento di cinese, russo e arabo),la prosecuzione, sempre più positiva e apprezzata, dello Scientifico (con potenziamento delle ore di matematica/informatica per il conseguimento della Ecdl, scienze e l’inizio dell’esperienza triennale con 32 ore, arricchita dall’insegnamento di disegno Cad e l’alternanza scuola-lavoro collegata al percorso disciplinare con l’Accademia di Volo di Casale Monferrato),l’ottima performance della sperimentazione del corso di comunicazione e di multimedialità al Liceo classico (che quest’anno ha deliberato l’inizio di un potenziamento scientifico nel triennio),la sempre più richiesta e professionalizzante attività di stage (vista la fortissima ripresa di interesse del campo occupazionale costituito dall’insegnamento nella scuola dell’infanzia e primaria) ai Licei delle Scienze Umane e all’Economico sociale (con l’innovativa esperienza di alternanza scuola lavoro in collaborazione con l’incubatore di idee Ingegni di Casale Monferrato per la valorizzazione delle start up e l’autoimprenditorialità giovanile).

Il motto scelto quest’anno è quello del 'Balbo': 'Studia, Ama, Vivi' intende sottolineare l’importanza di una esperienza formativa che non sia soltanto intesa a vedere la scuola superiore come un passaggio verso il mondo universitario, ma come un momento in sé centrale sia nella formazione della coscienza e della personalità di ogni individuo per questa fascia di età sia nella costruzione di un sapere davvero critico e rispettoso della complessità del mondo attuale.

Per questo motivo, al 'Balbo' si continua a pensare all’importanza di una preparazione che sia ben radicata nello studio della nostra tradizione e nella storia culturale: proprio per questo aperta alle sfide del futuro senza essere condizionata della dittatura del presente, con un giusto bilanciamento di elementi scientifici e umanistici, orientata alla formazione integrale dell’uomo.

Il 'Balbo' da alcuni anni si fa carico di sostenere gli studenti delle classi dell’ultimo anno che si apprestano ad affrontare i test di ingresso universitari e organizza corsi pomeridiani sempre molto frequentati di logica, matematica, fisica, scienze naturali (per l’ammissione alle facoltà di ingegneria del Politecnico, sia per le altre facoltà ad accesso programmato).

A partire alla consapevolezza di sostenere gli studenti coraggiosi che decidono ancora di mantenere il loro rapporto con l’umanesimo europeo, veicolato dallo studio del latino, il percorso di avvicinamento all’università è iniziato già nel quarto anno e avrà un campus a metà luglio, aperto a tutti gli studenti delle future quinte presso il 'Balbo', con una settimana dedicata soprattutto alle esercitazioni di logica.

La flessibilità e l’apertura al mondo – date anche dai più di 600 studenti che partecipano ai corsi di certificazione di 4 lingue diverse (esperienza davvero internazionale) – continuano a essere il marchio distintivo di una scuola che fa del senso di appartenenza alla cultura sia scientifica sia classica, alla creatività, alle arti, alla cittadinanza attiva e consapevole, il proprio vero brand senza facili concessioni allo spirito del tempo, dell’adesso, della moda.

A tutto questo si aggiunge il consolidato appuntamento in campo scientifico della 'Festa della scienza' che si svolgerà quest’anno nell’ultima decade di gennaio 2018, alla presenza del professor Silvio Garattini e che sarà dedicata alla divulgazione scientifica e alla comprensione delle principali problematiche che rendono difficili in alcuni casi e volte critica la comprensione presso il grande pubblico delle scelte della scienza e degli scienziati, come ad esempio nel caso dei vaccini.

Ricerca in corso...