Monferrato una terra da amare: percorso Ifts di 800 ore

Progettato dal CiofIs Fs per formare tecnici in grado di progettare, realizzare e valorizzare processi artigianali di produzione e trasformazione dei prodotti tipici del territorio

CASALE MONFERRATO

Neppure il caldo di questo periodo ferma la progettazione di futuri corsi presso la sede del CIOFS-FP di Casale Monferrato. Rispondendo ad una call della Regione Piemonte, si è progettato un percorso IFTS in Tecniche di progettazione e realizzazione di processi artigianali di trasformazione agroalimentare con produzioni tipiche del territorio e della tradizione enogastronomica”.

Il percorso ha la finalità di formare tecnici in grado di progettare, realizzare e valorizzare processi artigianali di produzione e trasformazione dei prodotti tipici del territorio, dell'Alto e del Basso Monferrato, con una caratterizzazione specifica nell’ambito vitivinicolo e dei distillati. I percorsi IFTS sono programmati dalle Regioni e vengono progettati e realizzati da partenariati costituiti ad hoc: nello specifico dal centro di formazione CIOFS, Istituto Sobrero, Università degli Studi di Torino – Dipartimento di Agraria, Magnoberta Distilleria e Consorzio Colline del Monferrato Casalese.

Il corso è gratuito, finanziato con il Fondo Sociale Europeo.

Il percorso IFTS offre il conseguimento di un certificato di specializzazione tecnica superiore valido a livello nazionale. Il percorso è strutturato in stretta correlazione e condivisione con le imprese dei settori produttivi di riferimento. Per almeno la metà del monte ore complessivo, gli studenti sono seguiti da docenti esperti provenienti dal mondo del lavoro. Gli studenti sono inseriti in alternanza scuola-lavoro con la possibilità di essere assunti dalle aziende con contratto di apprendistato.

“A supporto del progetto abbiamo costituito una rete composta da diversi soggetti, pubblici, privati e del mondo dell’associazionismo. L’ottima risposta ricevuta – sottolinea il direttore Franco Oddone – ha evidenziato il desiderio di un territorio meraviglioso di unirsi, di scommettere e puntare sulla formazione dei giovani, e di ricordare che il Piemonte è anche Monferrato”.

Non ci resta che incrociare le dita, e sperare in una valutazione positiva della Regione Piemonte!

Ricerca in corso...