La Festa Patronale e la Corsa dei Buoi di Asigliano Vercellese

Un lungo programma di appuntamenti fino a sabato 19 maggio. Il clou nella giornata di domenica 13 maggio con la 582ma edizione della storica corsa

ASIGLIANO VERCELLESE

È ricchissimo il programma degli eventi della Festa Patronale di San Vittore di Asigliano è ricchissimo, organizzato dal Comitato Folkloristico Asiglianese. Dopo il primo evento di ieri, giovedì, con la fiaccolata che dalla chiesa di San Vittore si è conclusa alla chiesa parrocchiale, la festa sarà inaugurata oggi, venerdì 11 maggio, e proseguirà fino a sabato 19 maggio.

L'evento centrale sarà la storica Corsa dei Buoi, giunta alla 582ma edizione, in programma domenica 13 maggio, con partenza alle 12.

LA CORSA DEI BUOI: LA STORIA DELLA MANIFESTAZIONE

La voce popolare dice che una peste locale nel 1436 portasse morte e desolazione tra gli uomini e gli animali nel paese; i suoi abitanti disperati chiesero grazia a San Vittore con la promessa di fare correre gli animali più lenti, i buoi, in segno di gioia e gratitudine. Il Santo esaudì queste preghiere e la peste cessò il suo incedere. I primi documenti storici che accennano alla “corsa” risalgono al 1658 scritti da un certo C.A. Bellini, che annota sia la corsa coi carri che la distribuzione del pane.

Altri documenti, li troviamo nell’archivio parrocchiale asiglianese in una relazione fatta dal Parroco don Francesco Bernardino Lanino nel 1770 dove vengono descritti i festeggiamenti a S.Vittore: “dopo messa (Parrocchiale),fanno correre quanto mai si possa dire quattro carri tirati da buoi carichi di pane, quel pane terminata la corsa si benedice (nell’oratorio di S.Vittore) e lo distribuiscono”. Un altro fattore molto determinante sul mancato accenno delle origini della corsa dei buoi in documenti sono le numerose lotte che la fortezza di Asigliano dovette soccombere nei secoli fino a giungere nell’ultima battaglia del 1545. Infatti, anche in questa contesa è stato distrutto per l’ennesima volta il Comune, quindi la Parrocchia e il Castello dei Signori, che si trovavano ubicati dentro ad essa, quindi eventuali documenti, furono dispersi tra le fiamme. Con la tradizionale "corsa" non si esaurisce tutta la festa patronale. Il folklore di questa giornata non sminuisce il senso della preghiera e della vocazione verso Colui che dal 1436 è stato eletto Custode della comunità asiglianese. Gli stessi elementi che potrebbero essere, a prima vista profani, acquistano il senso del sacro e diventono dei "segni".

I BUOI, parte integrante della festa.

IL CARRO TRIONFALE o CARRO DEL PANE vuole continuare la "Grande Messa" celebrata in chiesa. Il pane benedetto viene conservato in tutte le case e riporta al "segno eucaristico". Per proteggere gli animali dall'afta epizootica nell'anno 2001, per la prima volta il Carro del Pane non era trainato dai buoi ma da un trattore.

IL CERO che viene accolto da una famiglia in rappresentanza di tutto il popolo, è segno della luce. In origine questo grosso Cero pesava 50 chilogrammi, oggi qualche chilo in meno.

I "NASTRI" colorati, infine, e la loro distribuzione sono simboli.

L'INCANTO dei CARRI. La tradizione vuole, nel giorno del sabato che precede la festa patronale, allo scoccare delle ore 12,00 col suono festoso delle campane, che si proceda all'incanto dei carri che daranno vita, di domenica, alla corsa dei buoi per lo scioglimento del voto. Il rito viene celebrato in Municipio alla presenza dei Priori, delle Autorità Comunali capeggiate dal Sindaco e da tutta la popolazione asiglianese che per l'occasione riempie all'inverosimile la sala del Consiglio comunale.

 

LA FESTA PATRONALE: IL PROGRAMMA COMPLETO

GIOVEDI' 10 MAGGIO

L’inizio è riservato al primo evento della parte religiosa, la fiaccolata che partirà dalle chiesa di San Vittore alle 20,30 per terminare alla chiesa parrocchiale. La Funzione Religiosa si concluderà con il canto di brani sacri da parte del Soprano Fernanda Costa.

VENERDI' 11 MAGGIO

È la giornata dell’inaugurazione, in cui aprono tutte le aree.

- Alle 19,30 apre i battenti il Padiglione Gastronomico (polifunzionale campo sportivo). Questo appuntamento si verificherà sempre alla stessa ora per tutte le serate.
- A seguire, ore 20,45 c’è il tradizionale taglio del nastro che quest’anno sarà allietato dalla partecipazione della Banda Musicale Cittadina, Gruppo Tamburi e Majorettes di Santhià.

Questa la serie di aperture che avverranno.

- 43ª Mostra Mercato dell’Agricoltura (campo sportivo);

- 38ª Esposizione autovetture (parco comunale);

- Novità – Mostra di pittura di Giuseppe Porta in ricordo dei sessant’anni dalla sua scomparsa 1958-2018 (auditorium Santa Marta)

- 47ª Collettiva di Pittura, fotografia e decoupage (auditorium Santa Marta).

- Apertura Banco di Beneficenza (Salone Polifunzionale);

- Esposizione dei lavori eseguiti dalle Scuole Materne, Elementari e Medie di Asigliano (auditorium Santa Marta);

- Esposizione lavoretti degli ospiti della Casa di Riposo “Don Fagnola” di Asigliano (auditorium Santa Marta); Esposizione modellini agricoli (sotterranei parco comunale);

- Per la parte musicale il primo evento sarà un tributo alla Musica Italiana con il Gruppo Musicale «La Crisi» (tensostruttura parco comunale).

SABATO 12 MAGGIO

- Alle ore 11 la Scuola di Ciclismo «Team Frogs» di Asigliano Organizza nell’area retrostante il polifunzionale. un «Gioco Ciclismo» per tesserati F.C.I. categorie Giovanile  e promozione giovanile; e alle ore 12 la gara «Short Track» per tesserati F.C.I. categorie giovanile G1 – G2 – G3 – G4 – G5 – G6.

- A mezzogiorno uno dei momenti “topici” per la Corsa dei Buoi e lo scioglimento del voto, l’incanto dei carri, fase combattuta a colpi di “emine” e che incide sugli esiti della corsa del giorno dopo, sempre molto seguita.

- Nuovamente ciclismo alle ore 14, questa vota con una “classica” la 12ª Edizione del «Al Gir dla Risèra» e «Trofeo Comune di Asigliano».

- Alle ore 15 apre un’altra attrazione la 16ª edizione di «Saporinfiera» (parco comunale fino alle ore 24).

- Altro momento di Fede alle 18 con la benedizione degli auriga sul sagrato della Parrocchiale.

- La serata danzante sarà assicurata dall’orchestra di Vanna Isaia.

DOMENICA 13 MAGGIO

La giornata più attesa inizia abbastanza preso, infatti alle ore 8 apre il banchetto «Un’Azalea per la lotta contro il cancro» a cura dell’Airc.

- Alle ore 9 apertura dei festeggiamenti con la Banda Musicale Cittadina e Gruppo Tamburi di Santhià. Alle 9,15 allestimento e rievocazione di «Vita Militare e Civile nel Risorgimento Italiano» (area retrostante polifunzionale).

- Alle 09,30 e fino alle 24 sarà nuovamente aperta «Saporinfiera».

- Dalle ore 10 alle 19 porte aperte al Circolo 360° Sport con prove gratuite di tennis al centro sportivo.

- Alle 10 sul piazzale del municipio è previsto l’arrivo del «Carro del pane», che non corre ma ha un alto significato religioso e tradizionale.

- La fase religiosa prosegue alle ore 10,30 con la Messa Solenne in onore al compatrono Vittore. Al termine la processione verso la linea di partenza della 582ª Corsa dei Buoi che scatterà alle ore 12 circa.

- Per smaltire l’adrenalina e far pace per qualche inevitabile baruffa dovuta all’agonismo alle 13 il «Disnè dal Dì d’la Festa», con menù alla carta (salone polifunzionale campo sportivo);

- Alle 16 la rievocazione storica di alcuni scontri armati fra austriaci e piemontesi avvenuti nel basso Vercellese nell’anno 1859 con il coinvolgimento di cavalleria, cannoni e moschetti a cura dell’Associazione Storica Compania de le Quatr’Arme (ex campo sportivo);

- Alle 16,30 appuntamento più soft, con il «Pianobar al Parco», protagonista con il duo «Arial».

- Ritorna la parte religiosa alle 17,30 con la preghiera in onore a San Vittore nella chiesa a lui dedicata.

- Si continuerà sullo stesso registro alle 18 con la processione ed incanto del cero votivo (sagrato della chiesa parrocchiale).

- Alle ore 22 il concerto della band «Explosion», sempre molto atteso dai giovani (tensostruttura parco comunale).

LUNEDI' 14 MAGGIO

- Alle ore 11 la consueta messa in suffragio di tutti i defunti asiglianesi

- Alle ore 14 ingresso al Luna Park (che è attivo tutti i giorni) a un solo euro (l’incasso sarà devoluto in beneficenza).

- Alle 21 l’associazione «Una Vita Tra Le Mani», organizza, ricordando Elettra Gnan, una raccolta fondi a scopo benefico.
Lo faranno con una spettacolare serata con il gruppo di danza «Hip-Hop@Energie», a seguire, direttamente da «Zelig» Davide Messina e, a conclusione di serata, sarà ospite il Gruppo «Progression» (tensostruttura parco comunale).

MARTEDI' 15 MAGGIO

Ancora spazio allo sport, ore 20, con la corsa podistica «I 4 Cantoni». Alle 20.30 Grande Grigliata Mista (Polifunzionale campo sportivo). Per smaltire, dalle 21,30, serata in musica con i «Movida Club» latin pop live music (tensostruttura parco comunale).

MERCOLEDI' 16 MAGGIO

Alle ore 20,30, nella tensostruttura del parco comunale torneranno protagonisti gli studenti del paese con lo spettacolo «La fabbrica del cioccolato», presentato dalle Scuole Medie di Asigliano.

SABATO 19 MAGGIO

E’ un appuntamento nuovo, di solito il programma terminava il mercoledì. E’ un appuntamento di alto valore culturale, con la presentazione del libro «L’incanto della Terra d’Acqua», per valorizzare il bellissimo territorio del Vercellese, i lavori e le storie che ad esso sono legate, con la proiezione di due video a tema (Salone Santa Marta).

Ricerca in corso...