La cerimonia del IV Novembre a Terruggia

Si è svolta venerdì scorso: il sindaco Maria Luisa Musso che ha richiamato al valore della pace e al rifiuto della guerra

TERRUGGIA

Si è svolta venerdì scorso a Terruggia la cerimonia di commemorazione e ricordo dei Caduti della prima e seconda guerra mondiale, alla presenza di numerosi cittadini.

Dopo la messa nella chiesa parrocchiale di San Martino, si è reso omaggio ai caduti (ben ventidue della prima guerra e otto della seconda) davanti al monumento, eretto in loro memoria, nella piazza del paese. Il trombettista Pietro Martinoli (giovane studente del Conservatorio di Milano) ha dato inizio alla commemorazione con l'esecuzione del silenzio.

È seguito l'intervento del sindaco Maria Luisa Musso che ha richiamato al valore della pace e al rifiuto della guerra come sancito dalla nostra Costituzione.  

Il Sindaco ha invitato i giovani ad affrontare con coraggio le complesse problematiche che caratterizzano il nostro tempo per costruire un futuro migliore dove sia bandita l'indifferenza, ma sia valorizzata l'attenzione verso l'altro e la solidarietà.

Anche il Sindaco dei Ragazzi, Cesare Binotto, ha espresso il suo pensiero contro la guerra come soluzione di conflitti. Sofia Ciceri ed Alessandro Merlo, consiglieri del Consiglio Comunale dei Ragazzi, hanno letto i nomi di tutti i caduti delle due guerre.

Il Parroco Don Carlo ha impartito la solenne benedizione ed al termine è stato eseguito, in maniera magistrale, il brano alla tromba da Pietro Martinoli che ha concluso in modo toccante la manifestazione.  

Ricerca in corso...