I lavoratori della Mondial Group ricevuti in Comune. Nel pomeriggio raggiunto in Prefettura un accordo con la proprietà

Nella mattinata l'incontro con il sindaco Titti Palazzetti, poi il vertice ad Alessandria con rappresentanti dell'azienda davanti a Romilda Tafuri

CASALE MONFERRATO

Questa mattina, martedì 14 marzo, il sindaco di Casale Monferrato Titti Palazzetti ha ricevuto in sala consiliare una delegazione delle rappresentanze sindacali e dei lavoratori della Mondial Group di Mirabello, impegnate in una dura vertenza a difesa del proprio posto di lavoro.

“Il momento è molto difficile e si cerca una soluzione che permetta una continuità aziendale e garantisca i lavoratori” è l'auspicio del sindaco Palazzetti.

Dopo che le ultime trattative con cordate di possibili acquirenti paiono saltate, la soluzione prospettata dai sindacati è quella del fallimento in continuità.

Dopo l'incontro con il primo cittadino di Casale Monferrato la delegazione dei lavoratori si è trasferita ad Alessandria per un vertice, nel primo pomeriggio, con il prefetto Romilda Tafuri e rappresentanti della proprietà e di Confindustria, richiesto dalle organizzazioni sindacali Fim Cisl, Fiom Cgil e Uism Uil.

Al termine dell'incontro è stato raggiunto un accordo tra sindacati e proprietà per cui i dipendenti della Mondial Group continueranno a lavorare alla scopo di completare la produzione e conseguentemente revocheranno l'agitazione in corso presso lo stabilimento di Mirabello (ieri era stato proclamato lo sciopero ad oltranza).

L'azienda si impegna ad erogare a tutti i lavoratori la somma di trecento euro entro la giornata di domani, mercoledì 15 marzo. Un'altra tranche di 250 euro verrà corrisposta, sempre a tutti i lavoratori, entro lunedì 20 marzo. L'ultima tranche di 250 euro verrà corrisposta, sempre agli stessi lavoratori, entro il 27 marzo.

Tutte le somme in questione, a titolo di acconto rispetto alle somme di cui i dipendenti sono creditori, verranno in ogni caso corrisposte prima della richiesta di attivazione delle procedure concorsuali davanti al tribunale, che l'azienda s'impegna ad effettuare entro la fine del mese di marzo.

Questa accordo sarà sottoposto domani mattina a tutti i lavoratori, la cui approvazione è necessaria per renderlo efficace.

Ricerca in corso...