Gianni Lenti e la tecnica raku a Dire Fare Disegnare

L'incontro ha chiuso in bellezza il ciclo delle Lezioni con l'esperto

CASALE MONFERRATO

Con l’incontro dedicato alla ceramica raku, chiude in bellezza il programma “Lezione con l’esperto”, organizzato dall’associazione Dire Fare Disegnare per l’anno corsistico 2017-’18, ospitato presso la scuola Cpia 1 di Casale Monferrato.

Questo originale programma, costituito da approfondimenti didattici curati da importanti e affermati professionisti, completa l’offerta formativa del corso indirizzato agli adulti di disegno e pittura, diretto da Cecilia Prete.

Gli allievi aderenti al format, quest’anno hanno incontrato: la fashion designer comasca Cristina Marzaro, autrice del brand Colorphylla, che ha curato un laboratorio di Ecoprinting, tingendo e decorando con sostanze naturali la stoffa. Nello specifico, si è sperimentata la tecnica di stampa a freddo, chiamata “Hapa-zome”. Poi è stata la volta dell’artista milanese Massimo Malpezzi, in arte Kokokid che, esperto in pop art, ha condotto una divertente giornata all’aperto, in occasione di “Riso & Rose” al fine di creare collage polimaterici in 3D ispirati al suo linguaggio espressivo.

Fino ad arrivare all’autore dell’ultimo incontro, il valenzano Gianni Lenti che, grazie alla sua formazione e lunga esperienza nel campo della modellazione orafa e della ceramica, ha permesso un’incursione nell’arte fittile. Con lui si sono creati monili con la tecnica raku, catalizzando l’attenzione sul fascino trasformativo della materia, grazie alle reazioni chimiche prodotte dai materiali in reazione con l’aria e il fuoco.

In quest’affascinante esperienza, gli studenti hanno infatti seguito e sperimentato i passaggi di lavorazione attraverso i quali gli oggetti modellati con particolari impasti di terre, dipinti o immersi successivamente nelle vernici, subiscono una doppia cottura ed un particolare raffreddamento che, a contatto con materiali quali carta, segatura e acqua, diventa teatro non del tutto programmabile di trasformazioni sull’oggetto, complici nel renderlo un pezzo unico e dunque non replicabile.

Dopo una parte teorica e pratica seguita in aula, la classe si è spostata nel cortile dell’istituto per seguire le fasi di cottura attendendo il buio della sera, immersa in un’atmosfera dal sapore antico e alchemico che ha toccato emotivamente tutti i partecipanti. Sbirciare dall’apertura del forno, immaginare la colorazione e vedere poi l’effetto finale ha non solo incuriosito ma davvero affascinato tutti. Molto soddisfatto l’ospite Gianni Lenti che grazie alla sua capacità tecnica e comunicativa ha saputo destreggiarsi con naturalezza durante tutte le fasi di lavorazione, permettendo l’ottima riuscita dei ciondoli creati in collaborazione con lui.

I risultati di tutti questi incontri, uniti al lavoro curricolare, saranno visibili nella mostra di chiusura dell’anno corsistico, in programma da lunedì 18 a domenica 24 giugno, presso il Coro delle Monache della Chiesa di Santa Caterina. Tema dell’esposizione: la Luna.

Ricerca in corso...