Fridays for Future in piazza Mazzini e sul Lungo Po

I ragazzi del movimento si sono spostati dal centro città al fiume per piantare biancospini e peri selvatici

CASALE MONFERRATO

Questa settimana il movimento casalese di Fridays For Future è partito in quinta, lasciando un segno sul terreno. Dopo essere stati in piazza Mazzini a produrre cartelloni informativi, i ragazzi si sono recati a Lungo Po per proseguire l’opera di rimboschimento già iniziata dal Parco del Po e dagli Amici del Po.

In piazza Mazzini il gruppo ha allestito il monumento di cartelloni utilizzati nelle manifestazioni, piantine ed informazioni utili a tutti. Notizie sull'acqua, sui danni che provoca la plastica sull'ambiente, ed altri avvertimenti relativi al mantenimento del nostro pianeta, insieme ai vari danneggiamenti.

Lo scopo di tutto ciò non era mostrare l'impegno tenuto dal movimento, ma far sí che la gente si informasse di quanti pericoli sono presenti nel mondo, a causa del mancato impegno degli uomini. Pericoli che esistono da sempre, ma di cui non tutta la società é consapevole.

Durante il pomeriggio si è fatto un "laboratorio all'aperto” a cui i bambini si sono uniti per collaborare con i ragazzi, curiosi di scoprire qualcosa in piú riguardo al nostro ambiente e su come salvaguardarlo. Producendo cartelloni che rappresentassero cosa è bene e cos’è male per la nostra Terra.

Verso le 18, i ragazzi FFF insieme ai bambini, si sono spostai dal centro verso il fiume. Con l'aiuto del botanico del Parco del Po, Luca Cristaldi, sono state piantate una quindicina di piantine di due tipi diversi: biancospini e peri selvatici.

“Fridays for Future ora cerca di cambiare davvero la situazione ambientale locale, basta parole, ci vogliono i fatti! La cittadina dovrà aspettarsi molti altri cambiamenti, in quanto questo movimento non cesserà di compiere ulteriori azioni utili per la salvaguardia dell'ambiente”, spiegano gli esponenti del movimento.  

Ricerca in corso...