Enoteca Regionale del Monferrato: gli appuntamenti della settimana

Il programma completo degli eventi da giovedì 13 a domenica 16 febbraio

CASALE MONFERRATO

E' ripreso il ricco programma di eventi all'Enoteca Regionale del Monferrato. anche questa . Ecco il calendario completo, con tutte le informazioni dettagliate, sugli appuntamenti da giovedì 13 a domenica 16 febbraio.

- Giovedì 13 febbraio ore 19,30 per il ciclo "Terroir - Incontri di territorio": "I sacri monti del Piemonte e della Lombardia" con Linda Angeli e Oliviero Girardi. Ristorante: L'Assaggio di Casale Monferrato. Produttore: Tenuta Tenaglia

Il giovedì è il consueto appuntamento con Terroir: l’incontro settimanale dedicato alle conversazioni legate al Monferrato, degustando vini e specialità culinarie dei produttori e ristoratori ospiti della serata. Questo giovedì si parlerà dei Sacri Monti del Piemonte. Presenta la serata Linda Angeli, responsabile della comunicazione del Santuario e Sacro Monte di Oropa. Al contempo verrà servito l'ottimo vino di Tenuta Tenaglia e la specialità de "L'Assaggio".

Tenuta Tenaglia: Fondata nel XVII secolo, la Tenuta Tenaglia è un'azienda vinicola storica del Monferrato. La sua produzione si concentra su vitigni autoctoni e in particolare su Barbera e Grignolino. www.tenutatenaglia.it

L'Assaggio: Ristorante e Gastronomia situato a Casale Monferrato, nato dalla passione per la ristorazione e per la cucina di Roberto Bosco e Gianfranca Negri. Dedica molta attenzione alla scelta delle materie prime di qualità affinché i piatti risultino sempre freschi ed unici. www.lassaggio-casale.it

I Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia: percorsi unici di fede, arte e architettura che si sviluppano in uno scenario naturale incontaminato.

Riconosciuti come Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO, i Sacri Monti raccontano attraverso statue, dipinti e affreschi, episodi e misteri della vita sacra, in un contesto ambientale e paesaggistico unico al mondo. Straordinari esempi di architettura del paesaggio, i Sacri Monti costituiscono un importante punto d’incontro per gli appassionati di arte e natura.

- Venerdì 14 febbraio ore 21 per il ciclo "Acustica": The Hod Project

Come ogni venerdì, l'Enoteca diventa teatro di un concerto acustico. Questa volta avremo il piacere di sentir suonare gli HOD, gruppo attivo da ormai dieci anni: la loro musica va dal funk al pop con contaminazioni elettroniche, passando da grandi cantanti italiani come Mina, Giorgia, Mario Biondi fino ad arrivare ad internazionali come Michael Jackson.

Il gruppo è formato da: Sara Tricerri - voce e percussioni; Carlo Ronco - voce e tastiere; Mirko de Matteo - voce - sax - flauti; Massimo Colognesi - batteria e percussioni; Giorgio Roviglione - chitarra; Marco Godino - basso; Carlo Ronco - piano.

Link: https://www.facebook.com/HodProject/

- Sabato 15 febbraio dalle ore 19 alle 24 per il ciclo "Vibrazioni": Djset Gas

Vino, taglieri e tanta buona musica con Dj Gas! Diviso tra Casale Monferrato e Rodi, Gas arriva da una pluriennale carriera fatta di programmi radio, djset nei locali, direzioni artistiche quali il Moleto Jazz Club e come collaboratore di case di produzioni per cinema e tv. Un personaggio davvero istrionico così come le sue selezioni: dalle musiche rilassanti dell'aperitivo, fino ai ritmi più caldi si tratta sempre di musiche di ispirazione afroamericana: soul, jazz, funk, disco, sia del passato che contemporanee.

Link: www.mixcloud.com/gasdj


-Domenica 16 febbraio ore 18 per il ciclo "Cartaceo": "Il problema non è il ragno" di e con Daria Ubaldeschi. Presenta Danilo Grasso.

Consueto appuntamento della domenica: incontri e chiacchiere con scrittori e specialisti di letteratura attorno a un libro e a un bicchiere di vino, un caffè o un the.

Questa volta abbiamo il piacere di ospitare Daria Ubaldeschi, autrice de "Il problema non è il ragno", Edizioni Epoké.

A presentarla Danilo Grasso, a sua volta autore e vincitore di premi letterari.

Daria Ubaldeschi, psicoterapeuta ed ex aracnofobica, ci presenta sette storie da smontare e rimontare per guardarsi dentro e comprendere meglio se stessi. Un esempio di come la narrazione possa aiutarci a vedere il mondo con occhi diversi

"Il problema non è il ragno" parla di sette storie nelle quali l’autrice racconta se stessa e la sua professione per dimostrare come raccontare e raccontarsi possa aiutare se stessi e gli altri. Il problema non è il ragno, non è l’oggetto delle nostre paure, ma in che modo lo affrontiamo e lo accettiamo. "Di cosa parla questo libro che avete tra le mani? Di come si possano prendere le parole, i sentimenti, le conoscenze e ribaltarli, piegarli come un fabbro per dare vita a concetti acrobaticamente belli. Daria è un artigiano, capace di forgiare parole e sentimenti. I casi straordinari della nostra quotidianità si trasformano, facendo sì che la paura di un ragno sul collo diventi la spiegazione dei nostri timori e dei nostri desideri. Anche la chemioterapia trova un lato positivo, allontana le zanzare perché non vogliono avvelenarsi con ciò che abbiamo in corpo." dice Andrea Vignoli, in prefazione.

Daria Ubaldeschi nasce nel 1970, figlia di un concerto jazz. Vive da sempre a Novi Ligure, dove ha frequentato il Liceo Classico per poi iscriversi alla Facoltà di Psicologia a Torino, città nella quale si è laureata e successivamente specializzata in Psicoterapia. La sua storia professionale l’ha vista assistente all’Università, docente degli specializzandi, psicologa e formatrice nei servizi sanitari. Attualmente lavora part time presso il DH Oncologico dell’Ospedale di Ovada e dedica il resto del tempo alla sua grande passione, la scrittura, che affina negli anni frequentando i corsi alla Scuola Holden e sperimentandosi con la redazione de «Il Novese». Ex aracnofobica, ex fumatrice, ex motociclista, ex paziente oncologica, ex moglie, ha fatto dell’essere ex uno stile di vita.

Link: https://facebook.com/events/s/il-problema-non-e-il-ragno-dar/170712244257750/?ti=as

Ricerca in corso...