Dal corso 'Pasticceri in formAzione' nascono i biscottini 'Crescereinsieme'

L'evento, organizzato da Oda e Cooperativa Crescere Insieme, si è svolto in occasione della Giornata del Rifugiato

CASALE MONFERRATO

Si è svolto sabato scorso, 23 giugno, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, l'incontro intitolato 'Pasticceri in formAzione' organizzato dalla Cooperativa CrescereInsieme e Oda (Opera Diocesana Assistenza) in collaborazione con Migrantes e l’Associzione Eforum. L’evento ha avuto luogo presso presso la Sala Piera Luparia della R.I.S.S. Monsignor Minazzi a Casale Monferrato.

Dario Governali, direttore dell’Oda, ha aperto l'evento dando il benvenuto ai presenti. A seguire hanno salutato l’assessore alle Pari Opportunità Ornella Caprioglio e Franco Oddone, direttore del Ciofs Casale.

Da rimarcare come i diversi interventi convergessero sull'importanza del dialogo; tra le persone, ma a maggior ragione per progetti di questo tipo, il dialogo tra enti e attori sociali dialogo che è capace di produrre scambio e conoscenze. Questi scambi diventano legami, che sono i migliori presupposti per costruire servizi integrati, per dare valore alle persone.

Marianna Capelletto della Cooperativa CrescereInsieme é intervenuta ricordando l'importanza della

Convenzione di Ginevra, strumento capace di consegnare una definizione del richiedente asilo riconoscendo il diritto al non respingimento che é diventato nel tempo pilastro importante della tutela di migliaia di persone che fuggono da guerre e persecuzioni.

Il pomeriggio é poi proseguito con la consegna degli attestati di partecipazione ai beneficiari del Progetto Sprar che hanno seguito il corso di pasticceria presso Cfp – Ciofs 'E. Palomino'.

A consegnare gli attestati, insieme al direttore Oddone anche Valentina Ronsisvalle, cake designer molto conosciuta nella zona e allo stesso tempo docente del corso seguito dai richiedenti asilo. I corsisti avevano speso le prime ore del pomeriggio nel momento conclusivo, del loro percorso di formazione, proprio in bottega, consistito in un tour approfondito per conoscere la vendita direttamente in bottega, parte integrante del processo di commercializzazione.

La pasticcera della Bottega dell’Oda Natalia Dogaru ha spiegato a loro l’incrocio tra il percorso produttivo e quello commerciale.

Si sono poi alternate riflessioni sul ruolo della formazione professionale e percorsi di inserimento lavorativo con testimonianze di richiedenti asilo legate al tema dell’integrazione, necessarie per ricordare l’anniversario della Convenzione dell’Onu firmata nel 1951. Al termine c'é stato un momento di convivialità dove i presenti hanno potuto gustare in amicizia le prelibatezze pasticcere preparate dalla Bottega dell'Oda.

DALL'INCONTRO ALLA CREAZIONE DEI BISCOTTINI 'CRESCEREINSIEME'

Proprio la cake designer Valentina racconta l’esperienza del corso al quale hanno partecipato richiedenti asilo provenienti da angoli diversi del mondo: “alle difficoltà linguistiche si sono aggiunte le timidezze iniziali ma senza mai diventare paure e limitazioni e cogliendo l’occasione di avvicinamento e di una più approfondita conoscenza”, il percorso si é trasformato in una grande esperienza professionale e umana.

La docente ha inoltre raccontato la sua scelta di dedicare alla giornata una sua invenzione, la ricetta dei biscotti al basilico. L’idea, spiega la Ronsisvalle, é stata quella di usare ingredienti diversi combinati insieme, ingredienti spesso esclusi dalla produzione dei dolci, come metafora dell’inclusione sociale.

I biscotti, inventati per l’occasione, lei ha voluto chiamarli 'CrescereInsieme' per ricordare il corso, la giornata del rifugiato e ringraziare gli organizzatori e i suoi allievi.

Ricerca in corso...