Cerutti: chiesta la cassa integrazione covid per tutto il mese di aprile

Ieri, 31 marzo, i curatori fallimentari hanno disposto lo scioglimento della newco Gruppo Cerutti srl per l'impossibilità di attuare il piano industriale alla base del progetto di rilancio

CASALE MONFERRATO

Una notizia tutto sommato positiva nella lunga vertenza Cerutti: i lavoratori avranno la cassa integrazione per tutto il mese di aprile, in attesa del 3 maggio (termine ultimo in cui si potranno presentare offerte per il ramo d’azienda delle due procedure fallimentari Cerutti Packaging Equipment spa ed Officine Meccaniche Cerutti spa.

La notizia è stata comunicata ai sindacati dall'avvocato Adelio Riva della curatela di Vercelli e i sindacalisti l'hanno poi, a loro volta, comunicata al presidio di lavoratori davanti allo storico stabilimento in via Adam.

Contestualmente i curatori Salvatore Sanzo e Ignazio Arcuri hanno diffuso questa nota stampa, che pubblichiamo integralmente: “I curatori dei fallimenti Cerutti Packaging Equipment spa e Officine Meccaniche Giovanni Cerutti spa, avvocato Salvatore Sanzo e dottor Ignazio Arcuri, rendono noto che in data 31.03.2021, in qualità di rappresentanti dei Fallimenti, unici soci della Gruppo Cerutti srl, hanno deliberato lo scioglimento anticipato della società per la impossibilità di attuare il piano industriale che era alla base del progetto di rilancio dell’azienda Cerutti (già leader mondiale nella industria meccanica, in particolare attinente alla fabbricazione e riparazione e commercializzazione di macchine per l'industria grafica e cartotecnica, con attività connesse) e contestualmente risolto il contratto di affitto dei rami di aziende dei due Fallimenti concessi in affitto a Gruppo Cerutti srl”.

“Con l’effetto della risoluzione del contratto d’affitto d’azienda, i 118 lavoratori della Gruppo Cerutti srl rientreranno nelle rispettive società, ovverosia nei due Fallimenti, i quali torneranno ad avere in carico 256 lavoratori”.

“Al fine di tutelare al massimo grado possibile gli interessi dei lavoratori dipendenti e delle strutture aziendali, i curatori chiederanno ai Giudici Delegati delle due procedure fallimentari l’autorizzazione ad effettuare un ulteriore periodo di cassa integrazione Covid per il mese di aprile”.

“Infatti, in data 3 maggio 2021 scade il termine per la presentazione delle offerte per il ramo d’azienda delle due procedure fallimentari, il cui acquisto potrà essere accompagnato da apposita negoziazione con i sindacati nell’ambito dell’art. 105 legge fallimentare”.

Infine la Cgil Vercelli Valsesia comunica che alle ore 9,30 di domani, venerdì 2 aprile, nello stabilimento Cerutti di Casale Monferrato si terrà una conferenza stampa di aggiornamento sulle vicende dell'azienda.

La conferenza stampa sarà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook della Cgil Vercelli Valsesia e potrà dunque essere seguita agevolmente da tutte le persone interessate, evitando il rischio assembramenti.

Ricerca in corso...