Al 'Sobrero' lezione a distanza con la ricercatrice Airc

Martedì 12 maggio un webinair interattivo per gli studenti della Terza del Liceo Internazionale con relatrice Anna Mondino

CASALE MONFERRATO

Lezione specialissima a distanza di Biologia martedì 12 Maggio per gli alunni della Terza del Liceo Internazionale del 'Sobrero': un webinar interattivo organizzato da Airc – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro per le scuole secondarie dal titolo 'I linfociti T, farmaci intelligenti contro i tumori'.

La relatrice Anna Mondino, ricercatrice Airc, è responsabile dell’Unità di Attivazione Linfocitaria presso l’Istituto Scientifico San Raffaele di Milano. Laureata in Scienze biologiche con Dottorato di ricerca in Oncologia molecolare, si trasferisce prima a New York e poi a Minneapolis negli Stati Uniti. Nel 1999 grazie ad un finanziamento AIRC torna in Italia. Da studente ha approfondito le basi molecolari della trasformazione tumorale, da post-doc ha studiato i meccanismi che promuovono le risposte immunitarie; grazie ad AIRC il suo gruppo studia nuove strategie di immunoterapia per potenziare la risposta immunitaria ai tumori.

“Collegate insieme a noi all’evento – raccontano dal 'Sobrero' – tante classi da tutte le parti d’Italia, ma il bello è che tutti noi abbiamo potuto interagire e partecipare con domande e risposte in diretta da questa ricercatrice affascinante. Anna Mondino ci ha regalato un consiglio: “fate domande, ai seminari e ai colleghi, perché ciò aiuterà in primo luogo voi stessi a riflettere e gli altri a notarvi”.

Il tema è di grande significatività dato il momento attuale, tra gli approcci più recenti e considerati particolarmente promettenti dell'immunoterapia contro i tumori c'è la cosiddetta terapia CAR-T, con linfociti T modificati geneticamente per riconoscere e attaccare cellule tumorali nel modo più efficiente possibile.

La dottoressa ha spiegato com'è nata l'idea di utilizzare queste cellule in questo modo, come vengono "costruite" e con quali risultati. La creazione di “super-linfociti” rappresenta oggi un’interessante frontiera della ricerca biomedica. E’ stato anche molto interessante poter approfondire le ragioni che l'hanno portata a dedicarsi a questo lavoro, è una donna che sa trasmettere la sua passione per la scienza ed ha invitato i ragazzi a mettersi in gioco e non scoraggiarsi dell’impegno, ma tuffarsi nel mondo delle Scienze.

Grande sportiva Anna Mondino, pur avendo ridotto i tornei e ridimensionato i sogni di gloria di gioventù, non ha mai abbandonato il campo da tennis. Una passione che le è stata e le è utile tutti i giorni: “L’attività agonistica insegna l’amore per le sfide, e sviluppa la resilienza per superare la sconfitta e cercare la strategia giusta per raggiungere il risultato – spiega –. È quanto di più utile possa esserci per un ricercatore, perché in laboratorio non sempre va tutto per il verso giusto e spesso niente sembra funzionare. Ci vogliono tenacia e capacità di tenere duro senza abbandonare la speranza di trovare la risposta alla domanda sperimentale, perché la natura risponde sempre. Lo sport di squadra insegna inoltre a valorizzare il risultato del singolo per un traguardo comune. Nella scienza ognuno mette un pezzo di un puzzle, che solo nel contesto giusto acquista di significato.”

A moderare l’incontro Valentina Murelli, biologa di formazione, con un dottorato di ricerca in biologia cellulare. Da più di 15 anni è giornalista e redattrice scientifica freelance. Collabora con diverse testate, case editrici, agenzie di comunicazione, tra cui Airc (per la stesura di news sui traguardi dei ricercatori),Focus, Focus Extra, Focus Scuola, nostrofiglio.it, oggiscienza.it, ilfattoalimentare.it, Le Scienze. Dal 2004 al 2017 ha svolto numerose attività̀ per l'editore scolastico Pearson Italia (tra cui la rivista per la scuola Linx Magazine e Science Magazine e la conduzione di webinar per le scuole). Dal 2013 al 2016 ha moderato gli incontri pubblici di Orvieto Scienza.

“Ringraziamo l’Airc e la nostra Scuola per l’occasione offerta”, concludono gli studenti della Terza del Liceo Internazionale del 'Sobrero'.

Ricerca in corso...