A Trino i primi 200 test sierologici al personale in prima linea contro il coronavirus

Venerdì 10 e sabato 11 aprile, dalle 9 alle 15, presso il mercato coperto

TRINO

“Per il sesto giorno consecutivo non ci sono nuovi casi segnalati. Questa è un’ottima notizia ma che non deve farci abbassare la guardia. Oggi ho visto di nuovo troppe persone in giro”. Ad annunciarlo il sindaco di Trino Daniele Pane, con un post su Facebook consultabile sulla pagina ufficiale del Comune.

“Capisco che le belle giornate invogliano ad uscire – prosegue Pane – e che dopo un lungo periodo sia difficile e complicato stare a casa, ma bisogna ancora resistere, la battaglia contro il virus non è ancora vinta”.

Continua incessante la macchina della solidarietà. Sono moltissimi i Trinesi che stanno donando denaro, prestazioni, merce e che grazie ai molti volontari e alle associazioni stiamo gestendo al meglio.

“Come anticipato – spiega il primo cittadino di Trino – nelle giornate di venerdì e sabato dalle 9 alle 15 presso il mercato coperto di Trino faremo i primi 200 test sierologici, per rilevare IGM e IGG al personale del 118, forze dell’ordine e volontari. Se tutto andrà come ci aspettiamo procederemo alla mappatura di tutta la popolazione, partendo dalle fasce più esposte quali commercianti, lavoratori ancora attivi, casa di riposo e personale del distretto Asl di Trino. L’area di Piazza Comazzi verrà quindi interdetta al passaggio sia veicolare che pedonale”.

È fatto assoluto divieto a chiunque non autorizzato, perché prenotato, a recarsi in zona. I test, che si svolgeranno nella massima sicurezza, con utilizzo di dispositivi di protezione individuale idonei, avranno una validità ai fini di indagine epidemiologica, nel tentativo di individuare quanto più possibile soggetti positivi asintomatici.

Non saranno assolutamente un lascia passare, ma altresì un ulteriore filtro per contenere maggiormente il contagio e avere una mappatura più puntuale e precisa dei soggetti più esposti al rischio.

“Lavoriamo per step quindi non abbiate fretta – conclude Pane – in molti mi avete scritto oggi chiedendomi di poter fare il test il prima possibile. C’è un team di professionisti che lavora per noi e studia le modalità più adatte, per questo iniziamo con questi primi 200 test, poi estenderemo a tutti la possibilità di effettuarli, ma prima serve fare questa campionatura. Nell’arco della prossima settimana vi comunicheremo se questi test, sono affidabili e le modalità con cui sarà possibile fare richiesta. Sono ad allora bisognerà avere pazienza. Grazie a tutti per la collaborazione, il numero del centralino 328.7459133 è sempre attivo per rispondere ad ogni vostra esigenza”.

Ricerca in corso...